questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Zhang Ziyi: Essere o non Essere in Cina

04/09/2006
Portato idealmente il Castello di Elsinore dalla Danimarca rinascimentale alla Cina dell'anno Mille, il regista di The Banquet, Feng Xiaogang, uno degli autori cinesi di maggiore successo in patria, ha deciso di volere trasformare Amleto in una donna: "L'ispirazione era partita dal testo di Shakespeare" spiega il filmaker "Ma alla fine ci siamo trovati ad andare molto più lontano. Non mi interessava più soltanto un Amleto cinese, ma seguire la prospettiva di una donna in quel ruolo." Il film racconta, quindi, come la giovanissima imperatrice Wan, ossessionata dal potere e dal proteggere il principe figliastro beneamato, accetterà di sposare il crudele imperatore Li. A portare sullo schermo questa figura dal sapore quasi archetipico, l'affascinante Zhang Ziyi al suo primo film in lingua mandarina dopo il successo mondiale de Le memorie di una Geisha: "Non ci sono grandi differenze tra un set americano e uno cinese." Dice l'attrice "Negli Usa c'è un reparto specifico per ogni aspetto del film e noi attori così possiamo concentrarci esclusivamente sul nostro lavoro. Qualcosa che accade anche in Cina dove le grandi produzioni danno vita a gruppi di lavoro che operano in continuazione tutti i giorni anche per cinque mesi di fila. Sono affascinata dalla grande forza di coesione che si respira nel cinema del mio paese. Io spero di potere lavorare sia in Occidente che in Oriente, a Hollywood in inglese e in Cina nella mia lingua. Ma la chiave di volta di tutto è che ci siano dei bei film.
Scritto da ADMIN
Tag: zhang ziyi
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA