questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Walter Salles porta Kerouac a Cannes?

Anteprime, Attualità

06/03/2012

On the road di Jack Kerouac  è stato il manifesto della Beat Generation e da allora è diventato un libro di culto della vita, appunto, on the road. Il cinema adesso lo riscopre con una pellicola che almeno sulla carta ha tutte le carte in regola per diventare un culto come il libro. Diretto da Walter Salles e prodotto da Francis Ford Coppola, il film è pronto da quasi un anno,  ma dovrebbe fare la sua prima apparizione in pompa magna al festival di Cannes di quest'anno (dopo averlo mancato l'anno scorso). Walter Salles è un fedelissimo di Cannes dove ha portato i suoi precedenti film (Central do Brasil e I diari della motocicletta). Salles, un veterano, nonostante la giovane età, dei film on the road, prosegue idealmente il suo viaggio americano, dopo il sud america e l'america latina di Diari della motocicletta sulle tracce del 'giovane' Che Guevara, adesso risale nelle strade desolate dell'ovest degli Stati Uniti negli anni 40 per riscoprire Kerouac ed il suo spirito ribelle.
A dare corpo all’alter ego di Jack Kerouac Sal Paradise – io narrante dell’opera letteraria – è Sam Riley (Control), E mentre il protagonista di ,  Dean Moriarty (alias Neal Cassady) è interpretato da Garrett Hedlund (Tron: Legacy).   Kirsten Stewart, anche lei a suo modo a suo agio nelle pellicole on the road visto che è stata scoperta da Into the Wild di Sean Penn, interpreta il ruolo di Marylou,  prima moglie di Cassady e amante di Kerouac, mentre Kirsten Dunst interpreta il ruolo di Camille (Carolyn Cassady, seconda moglie dello scrittore).
Di grande livello anche il resto del cast, a cominciare da Viggo Mortensen (Old Bull Lee), Amy Adams (Jane), Steve Buscemi, Terrence Howard, Alice Braga ed Elisabeth Mosse.

Questa la trama del libro (da IBS Libri): Sal Paradise (Kerouac), un giovane newyorkese con ambizioni letterarie, incontra Dean Moriarty, un ragazzo dell’Ovest. Uscito dal riformatorio, Dean comincia a girovagare sfidando le regole della vita borghese, sempre alla ricerca di esperienze intense. Dean decide di ripartire per l’Ovest e Sal lo raggiunge; è il primo di una serie di viaggi che imprimono una dimensione nuova alla vita di Sal. La fuga continua di Dean ha in sé una caratteristica eroica, Sal non può fare a meno di ammirarlo, anche quando febbricitante, a Città del Messico, viene abbandonato dall’amico, che torna negli Stati Uniti.

Guarda la Gallery

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA