questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Walt Disney, Grace Kelly, Freddy Mercury e tutti gli altri : l’annata dei biopic

Attualità

25/10/2013

Alla fine del mese di ottobre uscirà Captain Phillips, lo straordinario film diretto dal regista di United 93 e degli ultimi due capitoli della prima trilogia dedicata a Jason Bourne, Paul Greengrass.

Un titolo emblematico che, forse, meglio di tutti gli altri dà l'idea rispetto a quanto sta accadendo oggi a Hollywood: un grande attore come Tom Hanks, infatti, offre un'ottima interpretazione nei panni del Comandante della nave Maersk Alabama che solo pochi anni fa fu attaccata da una banda pirati somali in acque internazionali dando vita ad una travolgente caccia all'uomo che vide coinvolti i Seal della Marina americana. A dirigere il film ispirato da una storia vera, un autore di grande talento come Greengrass che ha, al suo attivo, una lunga serie di documentari. Il cinema del Reale, dunque, viene sublimato in una finzione travolgente e la realtà viene messa ancora una volta in condizione di superare anche cinematograficamente la finzione attraverso una narrazione mozzafiato.

Non è quindi un caso che anziché inventare storie, Hollywood - in questo momento - preferisca insistere la tendenza degli anni passati, secondo cui mettere in scena qualcosa di realmente accaduto e di rivederlo secondo uno stile differente in grado di conquistare il pubblico sul piano personale ed emotivo.

Senza dubbio un risvolto del grande successo di documentari e reality show che hanno abituato gli spettatori a modelli visivi differenti.

Così lo stesso Hanks, a febbraio potrebbe conquistare la sua ennesima candidatura all'Oscar con l'interpretazione di Walt Disney nel toccante Saving Mr.Banks dedicato al rapporto tra il leggendario creatore di film d'animazione e PT Travers, autrice del libro Mary Poppins, che per oltre vent'anni si è rifiutata di cedere i diritti del suo libro più famoso. 

Ad interpretare la scrittrice riluttante un'Emma Thompson vicina alla nomination in virtù di un'altra interpretazione perfetta.

Cinema del Reale, ma anche, ancora, cinema sul cinema: dopo Marilyn e Hitchcock, quest'anno - forse - tocca a Grace Kelly interpretata da Nicole Kidman in un biopic diretto dal regista Olivier Dahan che solo cinque anni fa ha portato Marion Cotillard a vincere l'Oscar per la sua strepitosa interpretazione di Edith Piaf.

Voci di corridoio e pettegolezzi dicono che il film avrebbe bisogno ancora di lavoro e altri ritocchi prima di potere essere proposto al pubblico, ma che uscirà - comunque - a marzo in ritardo per gli Oscar, ma pronto per incontrare il pubblico. Un'accortezza condivisibile dopo quanto accaduto a titoli  ignorati dal pubblico e odiati dalla critica: Diana con Naomi Watts nei panni della principessa di Galles e Jobs con Ashton Kutcher nei ruolo del geniale fondatore della Apple.  

Ma i problemi possono arrivare anche prima di raggiungere il pubblico al cinema: la sexy Amanda Seyfried del film su Linda Lovelace protagonista

del celeberrimo Gola Profonda potrebbe restare inedita, visto che una causa intentata contro la produzione ne minaccerebbe addirittura l'uscita in sala.

Nel frattempo Matt Bomer sta per diventare Montgomery Clift e - in questi giorni - si stanno facendo i casting per il nuovo film sulla vita di John Beloushi (il primo Wired fu interpretato nel 1989 dalla futura Star di The Shield, Michael Chilkis) e  Jeremy Renner

potrebbe diventare prestoSteve McQueen.

Dopo vari film su calciatori e pugili, ecco arrivare un nuovo lavoro su un ciclista per motivazioni che trascendono lo sport: dopo The Queen, Stephen Frears tornerebbe al genere biografico concentrando la sua attenzione su Lance Armstrong interpretato da Chris O'Dowd.

Jamie Foxx potrebbe diventare Martin Luther King per Oliver Stone proprio quando Idris Elba sta ottenendo così tanto successo nel film dedicato a Nelson Mandela Long walk to freedom Leonardo Dicaprio potrebbe essere scelto per il ruolo del presidente Woodrow Wilson.

In preparazione alcune storie legate alla musica: dopo il no dei Queen all'ipotesi Sacha Baron Cohen - Freddy Mercury il ruolo del cantante potrebbe essere affidato a Ben Whishaw visto, recentemente, come nuovo Q nell'ulltimo 007. Tom Hardy dovrebbe diventare Elton John in Rocket Man e si sta ancora cercando l'attore per la personalità di un'icona del rap come Tupac Shakur le cui riprese inizieranno entro il 2014.

Entro la fine dell'anno arriveranno sugli schermi del nostro paese lo strepitoso Behind the Candelabra - Dietro i candelabri con Michael Douglas nel ruolo dell'eccentrico crooner Liberace per la regia di Steven Soderbergh, seguito da American Hustle di David O. Russell con un cast molto importante composto da Jennifer Lawrence, Amy Adams, Christian Bale, Jeremy Renner, Bradley Cooper e Robert De Niro e racconta una storia realmente accaduta. Il film che esce il 1° gennaio è incentrato su eventi reali e racconta l'operazione Abscam, creata dall'F.B.I. verso la fine degli anni settanta per indagare sulla corruzione dilagante nel Congresso degli Stati Uniti d'America e altre organizzazioni governative. Verso la fine degli anni Settanta, il truffatore finanziario Irving Rosenfeld e la sua socia, nonché amante, si sono trovati loro malgrado a lavorare a fianco dell'agente federale Richie DiMaso per vendicare una serie di politici e mafiosi, tra cui Carmine Polito, l'imprevedibile sindaco della povera città di Camden, in New Jersey. E’ stato un grande scandalo, ma anche un’operazione incredibile che ha portato in galera moltissimi politici corrotti. 

E in Italia? Per quanto riguarda la ficiton Fabio Troiano è Massimo Troisi per Luca Miniero nel film su Massimo Troisi Ricomincio da me, mentre Giovanni Veronesi dirigerà una miniserie sull'esploratore Ambrogio Fogar che, si dice, potrebbe essere portato sullo schermo da Kim Rossi Stuart. Pierfrancesco Favino, reduce dal Clay Ragazzoni di Rush, sarà inveve il pentito Tommaso Buscetta.  

Scritto da Marco Spagnoli
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA