questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Virna Lisi: una donna prima che un’attrice

Attualità, Personaggi

19/12/2014

Virna Lisi, nome d'arte di Virna Pieralisi, nata ad Ancona l'8 novembre 1936,  è morta ieri nella sua casa romana all'età di 78 anni dopo aver scoperto, solo un mese fa, di avere un tumore. La notizia è stata data dal figlio Corrado, che ha aggiunto che la madre si è spenta serenamente nel sonno. La sua morte segue di poco più di un anno quella del marito Franco Pesci, scomparso il 23 settembre 2013 a 79 anni, suo unico e grandissimo amore, al quale aveva sacrificato la sua carriera hollywoodiana. Un amore durato 53 anni, lontano dai flash e dalla mondanità. Attrice perfetta, univa una bellezza raffinata ad un innato perfezionismo e ad una straordinaria sobrietà. Nonostante la sua prestigiosa carriera cinematografica premiata da quattro David di Donatello, sei Nastri d’Argento ed un Prix d'interprètation fèminine a Cannes per la 'Regina Margot’, la sua popolarità era dovuta principalmente alla televisione, da Orgoglio e pregiudizio, Una tragedia americana, Il caso Maurizius fino alle ultime interpretazioni televisive tra cui Baciamo le mani. Una delle attrici più richieste sul piano internazionale degli anni 60 daTulipano nero (1963) di Christian Jacque, con Alain Delon, Eva (1962) di Joseph Losey, nel 1964 si trasferisce ad Hollywood con un contratto milionario che la lega per sette anni e per sette film, ma dopo Come uccidere vostra moglie (1965) di Richard Quine con Jack Lemmon,  U 112 - assalto al Queen Mary (1965) con Frank Sinatra, e Due assi nella manica (1966) con Tony Curtis, rinegozia il suo contratto, nonostante una penale molto consistente, per tornare a Roma, in famiglia.  Questa era Virna Lisi, un’attrice splendida, precisa, stakanovista, affidabile, che si sentiva realizzata prima come moglie e madre e poi come attrice. Le sue rinunce sono proverbiali, vedi la Bond girl di Agente 007, dalla Russia con amore (1963) con Sean Connery, o Barbarella (ruolo che fu poi dato a Jane Fonda), ma questo non le ha impedito di interpretare film straordinari dei più importanti registi italiani: Dino Risi, Mario Monicelli, Franco Brusati, Mauro Bolognini, Alberto Lattuada e quello che lei ha sempre considerato al di sopra di tutti: Pietro Germi. I funerali si terranno sabato 20 dicembre nella Chiesa di San Bellarmino a Roma.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA