questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Viggo, brav’uomo nella Germania nazista

26/10/2008

L'ascesa del nazional socialismo tedesco non deve essere vista semplicemente come la cospirazione di un pazzo. Milioni di brave persone si sono ritrovate nel bel mezzo di una società nel caos. Questa è la premessa di Good, film presentato al Festival di Roma che analizza i rapporti tra le persone 'normali' nella Germania di Hitler.

Germania, anni '30. Il professore di letteratura tedesca John Halder (Viggo Mortensen) è il tipico brav'uomo che, come tutti, ha problemi di famiglia: una moglie ossessiva, due bambini che lo assillano e una madre che soffre di demenza senile. Per scappare dalla sua realtà, l'uomo passa le sue serate a scrivere un romanzo. Tra i temi trattati nel manoscritto c'è l'eutanasia, analizzata in modo compassionevole. Per questo il partito nazista lo utilizza per farne propaganda, anche contro gli ebrei. Ed è così che la carriera dello scrittore avrà un balzo di successo: il povero John si ritroverà, a poco a poco, sempre più avvolo nell'idealogia del partito e, forse, anche il suo spirito ne risentirà_ una cosa che potrebbe avere effetti devastanti su tutti coloro che gli stanno intorno.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA