questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

VERSO SUD.  FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO

Attualità, Personaggi

20/11/2012

Una panoramica sulla più recente produzione italiana e un omaggio a Luigi Lo Cascio compongono il cartellone della 18° edizione di Verso Sud in programma a Francoforte dal 30 novembre al 10 dicembre 2012 nella rinnovata sala del Deutsches Filmmuseum, da sempre prestigiosa sede della manifestazione.

Organizzato dall’associazione Made in Italy con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali / Direzione Generale per il Cinema e la collaborazione del Consolato Generale e dell’Istituto Italiano di Cultura, il festival propone anche quest’anno l’omaggio ad un cineasta e una panoramica sulla più recente produzione di qualità.

Ospite d’onore di Verso Sud 2012 sarà Luigi Lo Cascio: il festival ripercorrerà la sua carriera d’attore dall’esordio ne I cento passi di Marco Tullio Giordana, fino alla recente prestazione in Noi credevamo di Mario Martone. Nella giornata di sabato 1 dicembre Luigi Lo Cascio sarà a Francoforte per presentare al pubblico tedesco e discuterne successivamente il primo film della retrospettiva: Il dolce e l’amaro di Andrea Porporati. Gli altri film della personale che saranno proiettati a Francoforte sono: Il più bel giorno della mia vita di Cristina Comencini; Mio cognato di Sergio Rubini; La vita che vorrei di Giuseppe Piccioni.

Ad inaugurare il festival, venerdi 30 novembre sarà  invece il regista Francesco Bruni, che presenterà al pubblico tedesco Scialla!, per poi discuterne al termine della proiezione.

Per ciò che riguarda la panoramica sulle novità, oltre a Scialla!, sono in programma a Francoforte Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi; Sette opere di misericordia di Gianluca e Massimiliano De Serio; L’industriale di Giuliano Montaldo; Il mio domani di Marina Spada; Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo; Corpo celeste di Alice Rohrwacher; Terraferma di Emanuele Crialese; Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, oltre al documentario di Gustav Hofer e Luca Ragazzi Italy: Love It, or Leave It.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA