questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Verso gli Oscar: la competizione si accende

Attualità

27/11/2012

Dopo Lincoln di Steven Spielberg, uscito due settimane fa e già accreditato come quasi certo contendente nella categoria miglior film, sono usciti quasi contemporaneamente altre tre titoli in odore di nomination agli Oscar: il musical Les Miserables, il film sulla cattura di Osama Bin Laden di Kathryn Bigelow, già vincitrice di 6 Oscar con Hurt Locker, ed infine Life of Pi di Ang Lee. Tutti e tre sembrerebbero aver passato a pieni voti il loro primo round, con un'uscita piuttosto ridotta e mirata soprattutto a coinvolgere i membri dell'Academy oltre alla stampa.

Adattamento cinematografico del grande spettacolo teatrale di Claude-Michel Schönberg e Alain Boublil, ispirato al celeberrimo romanzo di Victor Hugo, Les Miserables, diretto da Tom Hooper (premio Oscar per Il Discorso del Re), è stato accolto con standing ovation sia nella proiezione newyorchese (solo 100 invitati), che in quella di Los Angeles (circa 1000 spettatori). Significativa, a questo proposito, la testimonianza del regista Tom Hooper, che ha partecipato alla proiezione di Los Angeles: “Verso la fine della proiezione si è cominciato a sentire una specie di grande fruscio. Ho immediatamente pensato che ci fosse un problema con la copia. Poi ho capito che era il rumore delle persone che si erano commosse: un’emozione incredibile.”

Con meno enfasi, ma con altrettanto favore, anche Zero Dark Thirty della Bigelow ha colpito per la profondità, l'assenza di enfasi e l'attenzione al fattore umano con cui viene narrata, con gli occhi di una donna che ha dedicato la propria vita a questa missione, una pagina di storia recente. Il film della Bigelow potrebbe essere un candidato per miglior film, miglior sceneggiatura e miglior attrice protagonista Jessica Chastain contro Anne Hathaway e Russell Crowe migliori attori non protagonisti e Hugh Jackman miglior attore protagonista di Les Miserables. La Chastain e la Bigelow inoltre potrebbero fungere da contraltare di Argo, altro film in odore di plurinomination, declinando al femminile, ed in modo molto più duro, due storie di missioni di successo della Cia.

Terzo titolo uscito lo scorso week end Vita di Pi di Ang Lee (2 Oscar per La tigre e il dragone e Segreti di Brokeback Mountain) accolto con favore pressoché unanime dalla critica (87% di gradimento di Rotten Tomatoes) e con apprezzamenti sia sul coraggio di raccontare una storia 'estrema', la deriva nell'oceano di una scialuppa con a bordo un ragazzo ed una tigre, unici sopravvissuti ad un naufragio, che per l'eccezionale qualità tecnica delle riprese e del 3D che diventa protagonista della storia stessa. Intanto mercoledì 28 novembre a Wellington, in nuova Zelanda, scende in campo un altro film: The Hobbit An unexpected journey di Peter Jackson che dopo i 17 Oscar della trilogia de Il Signore degli anelli potrebbe rimettere tutto in discussione.

Intanto è cominciata, parallelamente all'uscita, la campagna pubblicitaria 'for your consideration' sui periodici per addetti ai lavori degli Studios per portare all'attenzione dei membri dell'Academy questi film.

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA