questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Venezia: Dopo Jesse James arriva Django

05/09/2007

Secondo film western alla Mostra del Cinema. Ma niente a che vedere con lo straordinario Jesse James. Il film di Takashi Miike, Sukiyaki Western Django, anche questo in concorso, rende omaggio a Sergio Corbucci e al suo personaggio, affidandosi a Quentin Tarantino in veste di attore.

Takashi Miike e Quentin Tarantino sono amici, il secondo è anche un grande fan del primo. Fanno parte tutti di uno stesso clan, quelli che amano i film action di serie B, e amano rifarli citandosi a vicenda. Miike faceva anche una comparsata nel primo Hostel di Eli Roth. Ed ecco qui, Sukiyaki Western Django, un film coloratissimo con i fondali finti, pieno di azione, pistolettate, inseguimenti, amori traditi e vendette. Lo spaghetti western secondo il regista giapponese, che nel suo Paese hanno però cambiato pasta, e amano chiamare: maccaroni western. O meglio dice Takashi Miike, il nuovo genere potrebbe essere quello del 'sukiyaki western', dato che si tratta di un piatto tipico giapponese, a base di carne, tofu, funghi, verdure e noodles, quest'ultimi una variante degli spaghetti. Il nuovo film di Takashi è il remake giapponese del cult Django di Sergio Corbucci del 1966 con Franco Nero, imbattibile pistolero con tanto di bara al seguito, mostrato qui al Festival di Venezia all'interno della retrospettiva Western all'italiana che ha come padrino proprio Quentin Tarantino. Nella città di Yuda, centinaia di anni dopo le guerre dei clan, le gang dei Minamoto e dei Taira si combattono ancora, armate di katane (le spade dei samurai, vedi Kill Bill di Tarantino), pugni e pistole.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA