questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Venezia:<br>Si può fuggire dalla colpa ma non dal senso di colpa

29/08/2007

Grande apertura alla 64° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia con Espiazione (in concorso) di Joe Wright con Keira Knightley, James McAvoy e Vanessa Redgrave. Un bellissimo melodramma, magnificamente sceneggiato da Christopher Hampton, tratto da un romanzo culto di Ian McEwan.

ApApplausi e complimenti, sentiti e meritati alla conferenza stampa del primo film in concorso e film di apertura di questa 64° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Il Festival ha aperto con un intenso melodramma, Espiazione, tratto dal romanzo di Ian McEwan. Al Lido sono arrivati il regista Joe Wright (quello di Orgoglio e Pregiudizio), parte del cast, tra cui la sua amatissima Keira Knightley (già scelta per il film precedente) raffinata e magrissima; l'eccellente James McAvoy (uno dei migliori nel film, già visto in L'Ultimo Re di Scozia); la straordinaria (e lo ha già dimostrato in una lunga carriera) Vanessa Redgrave; colui che ha fatto il lavoro più faticoso e in maniera impeccabile, lo sceneggiatore Christopher Hampton (Le relazioni pericolose) e Saoirse Ronan, che interpreta Briony Tallis a 13 anni. Eccola la protagonista, è lei: Briony Tallis, nel film interpretata da tre attrici: Saoirse Ronan (bambina), Romola Garai (adulta) e Vanessa Redgrave (anziana). Siamo in Inghilterra, nel 1935, la famiglia Tallis è decisamente benestante e vive in una magnifica casa in the countryside (per capirci Gosford Park o Quel che resta del giorno). Briony ha una sorella più grande, Cecilia (Knightley), che è innamorata, ricambiata, di Robbie Turner (McAvoy), ma lui è il figlio della governante. E Briony che vuole fare la scrittrice, ed è ricca di immaginazione, immagina un fatto - che è in realtà accaduto - ma che non ha Robbie come colpevole come invece sostiene Briony. A 13 anni, Briony, rovinerà, per sempre, la vita della sorella, di Robbie e anche la propria, affermando di avere assistito ad un crimine, avvenuto, ma coprendo il vero colpevole e accusando un innocente. Ora, il titolo del film, vi sarà più chiaro. "All'inizio – afferma Keira Knightley – Joe mi voleva far intepretare Briony da giovane donna ma io, quando ho letto il copione, mi sono innamorata di Cecilia e ho chiesto di poter cambiare. Non avevo letto il libro di McEwan, che tra l'altro mi aveva regalato mia madre, ma poi ho letto il copione e ho pianto. E quando piangi leggendo una sceneggiatura è un buon segno.

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA