questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Venezia 70: nuove anticipazioni

Attualità, Eventi

08/07/2013

La 70a edizione della Mostra del Cinema di Venezia (28 agosto–7 settembre), il cui programma verrà presentato il prossimo 25 luglio, comincia a prendere forma. Alcuni titoli sono già confermati, altri sono pressochè certi, oltre ad una moltitudine di probabili. Certo è che il Direttore Alberto Barbera sta inseguendo un'edizione speciale, vista la importante ricorrenza, chiamando a raccolta i grandi autori a comiciare dal Presidente della Giuria del Concorso Bernardo Bertolucci, dal Presidente della Giuria Orizzonti Paul Schrader ed al Leone alla Carriera a William Friedkin, di cui verrà presentata la versione restaurata del film Il salario della paura. Meno venerabile, ma come di consueto scelta tra le giovani promesse del cinema, la madrina Eva Riccobono che prende il testimone da Kasia Smutniak, a cui la nomina di madrina dell'anno passato ha portato sicuramente fortuna. Film d'apertura Gravity di Alfonso Cuarón (Y tu mamá también, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, I figli degli uomini, quest'ultimo presentato a Venezia nel 2006), fantascienza pura, sulla falsariga di 2001 Odissea nello spazio, con la deriva nello spazio profondo di due astronauti, interpretati da George Clooney e Sandra Bullock. Svelato anche il manifesto, che vi proponiamo qui accanto, mentre Paul Schrader, oltre ab fare il Presidente della Giuriia della sezione Orizzonti, presenterà fuori concorso il suo nuovo film The Canyons.
Ma veniamo ai quasi certi. Il primo è l'italiano Gianni Amelio, il cui nuovo lavoro, L'Intrepido, interpretato da un 'quasi chapliniano' (secondo Amelio) Antonio Albanese uscirà in sala il 5 settembre per i tipi di RaiCinema/01 Distribution, confermando di fatto la sua presenza al Lido. Un altro titolo, dato per certo fino a pochi giorni fa, sembra invece orientarsi verso altri Lidi, stiamo parlando del semi-autobiografico Anni facili di Daniele Luchetti, con con Kim Rossi Stuart e Micaela Ramazzotti, nel ruolo dei genitori del regista. Certo anche il documentario firmato Ettore Scola su Federico Fellini: Che strano chiamarsi Federico, l'incontro tra due meastri, in uscita in sala anche questo il 5 settembre per la Bim. Dalla Lucky Red potrebbe sbarcare invece al Lido di Venezia L'arbitro di Paolo Zucca con con Stefano Accorsi, Geppi Cucciari e Francesco Pannofino. Una commedia grottesca in b/n sulle disgrazie calcistiche di un arbitro retrocesso nella infima categoria del campionato sardo, in uscita il 12 settembre. Altro titolo italiano molto probabile Il venditore di medicine di Antonio Morabito con Claudio Santamaria e Isabella Ferrari e con un piccolo ruolo di Marco Travaglio che potrebbe fare la sua comparsa sul red carpet. Si sta facendo strada anche la candidatura di Via Castellana Bandiera, dell'esordiente autrice teatrale Emma Dante, con Alba Rohrwacher ed Elena Cotta nel ruolo di due automobiliste rivali in un ingorgo palermitano. Infine a metà strada tra Italia e Stati Uniti come vuole la caratura del regista Carlo Carlei, l'ennesima rivisitazione scespiriana di Romeo e Giulietta con Ed Westwick, Hailee Steinfeld, Paul Giamatti e Laura Morante.

Sul versante anglofilo quasi certa anche la presenza del maestro Ken Loach con il documentario The Spirit of 45, anche questo targato Bim ed in uscita il 12 settembre, una riflessione sull'unità sociale e morale che permise ad un paese in difficoltà sia economiche che belliche di vincere una guerra e ricostruire il paese, grazie alla visione di una società più giusta e più unita, e su cosa sia rimasto di quello spirito vittorioso. Altro titolo in predicato è Twelve Years a Slave di Steve McQueen con Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender e Brad Pitt. McQueen è già stato in concorso a Venezia  con Shame nel 2011. 

Anche Captain Phillips di Paul Greengrass, con protagonista Tom Hanks nel ruolo del capitano di una nave mercantile sequestrata dai pirati somali, viene dato in navigazione verso il Lido, come Under the Skin di  Jonathan Glazer con  Scarlett Johansson nel ruolo di una extraterrestre, The Zero Theorem di Terry Gilliam con Christoph Waltz nel ruolo di un genio del computer,  West Memphis di Atom Egoyan, l'eco thriller Night Moves di Kelly Reichard,  ed il film autobiografico di  Catherine Breillat  Abuse of Weakness. Ultimo titolo dato in avvicinamento il cruento Moebius di Kim Ki-duk, il sequel di Pietà che vinse il Leone d'Oro l'anno passato.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA