questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Venezia 70: il cartellone della settimana della critica

Attualità, Eventi

22/07/2013

Il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e la Biennale di Venezia hanno reso noto il programma della 28. Settimana Internazionale della Critica. L'edizione 2013 – che si terrà nell'ambito della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia dal 28 agosto al 7 settempre – prevede una selezione di opere prime provenienti da diversi paesi del mondo, inclusi due eventi speciali e un film sorpresa che sarà annunciato prossimamente. Due titoli italiani: evento speciale Fuori Concorso L’arte della felicità, di Alessandro Rak, che aprirà la sezione, un esperimento d’animazione ambientato in una Napoli apocalittica vista con gli occhi e con l'auto di un tassista musicista, In concorso invece  Zoran, il mio nipote scemo di Matteo Oleotto, una coproduzione italo-slovena interpretata da Giuseppe Battiston nel ruolo di un quarantenne separato,  un ex giocatore di rugby che vive a Gorizia e lavora come cuoco in un asilo nido. Le sue abitudini vengono rotte quando nella sua vita si presenta Zoran, uno strano nipote quindicenne che non sapeva di avere. Ben presto scoprirà che il ragazzo è un fenomeno a lanciare freccette, 

Film in concorso

  • L’Armée du salut / L’esercito della salvezza di Abdellah Taïa (Francia-Marocco)
  • Återträffen / La riunione di Anna Odell (Svezia)
  • Las niñas Quispe / Le ragazze Quispe di Sebastián Sepúlveda (Cile-Francia-Argentina)
  • Razredni sovražnik / Nemico di classe di Rok Biček (Slovenia)
  • White Shadow / Ombra bianca di Noaz Deshe (Italia-Germania-Tanzania)
  • Zoran, il mio nipote scemo di Matteo Oleotto (Italia)

Film di apertura – Evento Speciale Fuori Concorso

  • L’arte della felicità di Alessandro Rak (Italia)

Film di chiusura – Evento Speciale Fuori Concorso

  • Las analfabetas / Le analfabete di Moisés Sepúlveda (Cile)
Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA