questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Venezia 68: Cime tempestose al Lido e poi Ermanno Olmi!

Attualità

06/09/2011

Sbarca al Lido oggi Wuthering Heigts, diretto dalla talentuosa regista Andrea Arnold (Fish Tank), con protagonisti Kaya Scodelario, Nichola Burley, Steve Evets Oliver Milburn e James Howson, primo Heathcliff di colore nella storia del cinema. La trama sarà fedele al romanzo originale di Emily Bronte, ma il film non ha ancora una data di uscita ufficiale. Questa la trama diffusa dal sito della Biennale: "Tratto dall’unico romanzo di Emily Brontë, Wuthering Heights è il tetro racconto di un amore appassionato e contrastato, rivalità tra fratelli e vendette. Un contadino dello Yorkshire in visita a Liverpool incontra per la strada Heathcliff, un ragazzo senzatetto. Decide di accoglierlo in famiglia, portandolo con sé tra le sperdute colline dello Yorkshire, dove il ragazzo instaura una relazione ossessiva con Catherine, la figlia del contadino. Mentre i ragazzi crescono, i familiari e i vicini rimangono invischiati negli spietati giochi di famiglia, alimentati da orgoglio e presunzione. Pur essendo chiaramente un dramma d’epoca, la storia affronta temi attuali, come il razzismo e la dipendenza, ed eterni, come la gelosia, l’odio verso l’altro, l’amore e la famiglia. Il film è ambientato nelle aspre campagne dello Yorkshire, che di questa storia crudele e appassionata sono lo sfondo ideale e al tempo stesso uno dei protagonisti".

In concorso anche Himizu, del regista Sion Sono, uno dei quattro titoli venuti dall'Oriente presenti nella selezione ufficiale. Si attende però con ansia il nuovo film del maestro Ermanno Olmi, Il Villaggio di Cartone, fuori concorso e che vede nel cast Michael Lonsdale, Rutger Hauer, Massimo De Francovich ed Alessandro Haber. La storia ruota attorno ad un anziano parroco che vede la sua Chiesa dismessa e ritenuta ormai inutile, distrutta da alcuni operai incaricati. Questo il commento di Olmi: La narrazione non evidenzierà solamente il più appariscente, e talvolta scontato, Problema Razziale ma soprattutto il dialogo tra religioni che, quando si liberano dal gravame delle chiese come rigide istituzioni che separano, allora rendono non solo possibile l’incontrarsi e il riconoscersi ma suscitano anche condivise solidarietà". Fuori concorso anche le vampire di Mary Harron, la regista di American Psycho che porta al Lido il suo The Moth diaries. E' stato infine sciolto il mistero riguardo il film a sorpresa in concorso per il Leone d'oro: trattasi di People Mountain People Sea di Cai Shangjun. Il film, la cui prima proiezione stamattina è stata annullata per motivi tecnici, è la storia di un uomo che si mette in caccia dell'assassino del fratello minore.

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA