questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Unknown - Senza identità: la parola ai protagonisti

Attualità, Interviste

18/02/2011

Come ti sentiresti se sapessi di essere qualcuno, ma non potessi dimostrarlo? E se un uomo – uno sconosciuto – affermasse di essere te, e tutti gli credessero?
Questo è il dilemma alla base del film Unknown - Senza identità.          
Chi o cosa determina chi siamo? I nostri amici… i nostri ricordi… le nostre origini… oppure un foglio di carta…? Come si fa a dimostrarlo?

Basato sul romanzo di Didier van Cauwelaert, “Unknown - Senza identità” esplora propriamente questo: il Dottor Martin Harris, interpretato da Liam Neeson, percorre le gelide strade di Berlino per riprendere possesso della sua vita, cercando di fuggire gli uomini che lo braccano per farlo fuori, sebbene non sappia perché.

Come sostiene il regista Jaume Collet-Serra: “I miei film preferiti sono i thriller di Hitchock intrisi di mistero, dove il pubblico è all’oscuro di tutto, proprio come i personaggi, e non si sa mai dove la storia voglia condurci”. Joel Silver (produttore) aggiunge: “Adoro i thriller che ti portano a smangiucchiarti le unghie, tenendoti sospeso sulla poltrona, per questo il film mi è piaciuto così tanto. Non si capisce se Martin Harris stia dicendo la verità, se abbia perso la testa, oppure se si sia inventato tutto”.

Il produttore Leonard Goldberg ha innescato l’operazione, facendo leggere a Silver il romanzo dell’autore francese van Cauwelaert. “Dopo aver letto il romanzo, ho pensato che sarebbe stato un film perfetto da produrre con Joel, perchè è un thriller eccezionale e il finale è sorprendente”, racconta Goldberg. “Fortunatamente, Joel ne è rimasto affascinato quanto me”. “Leonard aveva ragione. Il romanzo era assolutamente coinvolgente: era impossibile smettere di leggere”, spiega Silver. “Abbiamo poi fatto adattare il romanzo a due grandi sceneggiatori, Oliver Butcher e Stephen Cornwell”.

Per la regia del film, Silver ha chiamato Jaume Collet-Serra, con cui in precedenza aveva già collaborato due volte. “Jaume ha un grande stile e sa perfettamente come svelare un mistero. Ero entusiasta di lavorare nuovamente con lui”. “Amavo l’idea di un uomo che si sveglia una mattina per scroprire di essere stato rimpiazzato”, afferma Collet-Serra. “E poi, c’era una persona che poteva dimostrare chi fosse, la moglie, ma non voleva esporsi. Era il primo di una serie di intrecci all’interno del racconto, e malgrado tante piccole allusioni seminate qua e là all’interno film, mi piaceva il fatto di non riuscire a capire cosa ci fosse alla base del mistero”. Il protagonista è stato coinvolto subito.

Come afferma Liam Neeson: “Le mie scelte dipendono sempre dalla sceneggiatura e con questa non vedevo l’ora di girare pagina. Per superare la prova, una sceneggiatura deve trascinarmi fino a pagina 50 senza fermarmi a prepare un tè: questo è un buon segno. Questa volta la sceneggiatura era così frenetica che non l’ho messa giù fino a quando non ho letto la parole fine.” Anche il produttore Andrew Rona è d’accordo. “Non riuscivo a smettere di leggere. Era davvero coinvolgente. Non vedevo l’ora di vederlo realizzato sul grande schermo.”

Unknown - Senza identità è un treno ad alta velocità. Ti aggancia e parti…” dice entusiasta Joel Silver. “E forse pensi di sapere in quale direzione… ma questa volta non indovineresti mai”. “La storia era coinvolgente. Le premesse intriganti e piene di svolte e soprese, e il fatto che Liam fosse già stato scritturato è stato la ciliegina sulla torta. Era davvero divertente essere antagonisti”, riferisce sorridendo. Aggiunge Neeson: “Un altro motivo che mi ha spinto a dire di sì era il cast. Oltre a due bellissime e talentuose attrici come January Jones e Diane Kruger avevo la possibilità di confrontarmi con un ‘mostro’ di bravura” come Bruno Ganz, oltre a Frank Langella che non è di certo da meno e da Sebastian Koch e Aidan Quinn. Queste sono occasioni rare, non crediate che perché uno è famoso gli arrivi sempre il meglio, ma quando arriva non te lo puoi fare sfuggire”.

Unknonw – senza identità è distribuito dalla Warner Bros. e sarà nei nostri cinema dal 25 febbraio.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA