questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Un box office molto abusivo

Attualità, Box Office

18/02/2013

Si erà già visto dalla partenza di giovedì con un esordio stupefacente di 700mila euro che Il Principe Abusivo faceva sul serio, e negli ultimi tre giorni è andato ancora meglio, battendo il record di miglior week end d'esordio per il 2013 con 4.2 milioni di euro nei primi 4 giorni, ed una media per sala di quasi 8mila euro. Un risultato questo che esorcizza una volta per tutte il clima plumbeo da catastrofe annunìciata che si respirava dopo i risultati deludenti delle commedie natalizie, confermati e aggravati da quelli più recenti di Volo e Brizzi.  L'abbiamo già detto, ma non ci stanchiamo certamente di ripetere quanto sia importante per tutto il mercato e per l'industria del cinema italiano che le commedie , che da sempre costituiscono l'anello di congiunzione con il grande pubblico, riescano ad ottenere risultati adeguati. Seconda piazza per l'inossidabile Bruce Willis felicemente giunto al traguardo del quinto capitolo di Die Hard: Un buon giorno per morire, che se la cava piuttosto bene sfiorando il milione di euro di incasso con una media per sala poco sotto i 3mila euro. Risultato complessivamente discreto, anche se frenato da un passaparola non entusiasmante. A proposito di passaparola tiene alla grande la terza posizione  il catastrofico The Impossible con 456mila euro di incasso nel long week end ed un totale di 3.1 milioni, seguito a pochissima distanza (430mila euro ed un totale di 1.1 milioni in 11 giorni) da  Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, un altro titolo che sta risalendo la top ten. Positiva la partenza, in quinta posizione, per Noi Siamo Infinito, un piccolo film senza grandi star ma accompagnato da ottime critiche ed, ancora una volta da un ottimo passaparola: 430mila euro, con una media di circa 2500 euro per schermo.
Discesa rapida (-53% rispetto al week end d'esordio) per Warm Bodies, sesto in classifica con 422mila euro ed 1.5 milioni in undici giorni. seguito dalla coppia regina delle scorse settimane ovvero Django Unchaned e Lincoln, rispettivamente con un totale di 11,4 e 5,8 milioni di euro. Nona posizione con applausi in sala per per l'altro esordiente italiano il politico  Viva la libertà di Roberto Andò con Toni Servillo e Valerio Mastandrea, 354mila euro in 117sale ad una media per sala superiore ai 3mila euro (la seconda più alta del week end). Chiude la top ten Broken City che transita sul mercato come una meteora incassando meno di 1 milione in meno di due settimane. In una settimana complessivamente positiva sia per i risultati complessivi che per quelli della maggior parte degli esordienti, le uniche note negative sono quelle di Promised Land, il film ambientalista di Gus Van Sant e Matt Damon che si ferma in quattordicesima posizione con 177mila euro ad una media non entusasmante di circa 1300 euro per schermo, mentre Blu Valentine, un titolo per cui c'era una discreta curiosità. è missing in action nel senso che pur essendo stato annunciato è uscito inspiegabilmente in una sola sala e con un solo spettacolo.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA