questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Two Lovers: Così è la Vita - Intervista a James Gray

Interviste

16/04/2009

"Quando ho iniziato a lavorare nella mia carriera, per me era molto difficile trovare degli attori disponibili a lavorare con me. Quando leggevano le sceneggiature non riuscivano a rendersi conto di come sarebbe stata la scena. Io mi ispiro alla vita e il cinema è l'unico strumento in grado di catturare una verità più grande data dal complesso di una narrazione. Un attore può pronunciare la frase 'ti amo', ma lo spettatore può capire che il suo senso è 'ti ucciderò'. James Gray, regista del capolavoro Two Lovers dove Joaquin Phoenix è impegnato in una duplice e complessa relazione con due donne interpretate da Gwyneth Paltrow e Vinessa Shaw, racconta così la sua enorme passione per le possibilità offerte dal mezzo cinematografico "Il cinema riguarda principalmente i momenti tra le parole e i silenzi. Un film si concentra su quello che un attore ci sta mostrando, ma che non ci vuole dire. La cosa più importante è comprendere il sottotesto di una scena."
Qual è il ruolo dei dialoghi?
Diffido di chi dice: "Amo i dialoghi di quel film!" perché ho paura che siano troppo rivelatori e, soprattutto, troppo diretti. La gente non parla così nella vita e, soprattutto, ci sono pochissimi momenti nella tua esistenza dove pensi di potere dire certe cose e avere certi dialoghi con le persone. La maggiore parte delle volte ti limiti a dire: "Ok, grazie!" eppoi rimuginando mentre torni a casa guidando pensi "Quello stupido!" e ti inventi un dialogo immaginario nella tua testa. Nella maggior parte dei film e, quasi sempre a teatro, nel dialogo esplode il confronto tra le persone, mentre, invece, io credo in un cinema fatto di sottotesti.

 

 

Scritto da ADMIN
Tag: two lovers
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA