questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tutti per Uno: Valeria Bruni Tedeschi e i ‘suoi’ bambini sans papiers

Attualità, Interviste

31/05/2011

Il titolo originale è Les Mains en l’Air è ha per protagonisti dei bambini. Il regista è Romain Goupil e tra gli attori troviamo Valeria Bruni Tedeschi, Hippolyte Girardot oltre ai ceceni Linda Doudaeva e Jules Ritmanic.

Alla presentazione del film tutti hanno cercato di estorcere a Valeria notizie su sua sorella Carla Bruni, sulla sua gravidanza e la situazione con il marito. L’attrice ha liquidato l’argomento affermando che non parlerà assolutamente di affari di famiglia, aggiungendo un gentile: “S’il vous plait”. Anche perché da donna intelligente quale è non l’avrebbe mai fatto, inoltre, Tutti per uno (questo è il titolo italiano) è un film che ci va giù duro con la politica di suo cognato, il Presidente della Repubblica Francese.

La storia infatti narra di bambini figli di immigrati illegali in Francia. I piccoli vanno a scuola insieme e si vogliono molto bene, quando uno di loro viene espulso e, la piccola cecena Milana, rischia la stessa sorte, si coalizzano per cercare di proteggerla. “La vicenda – ha affermato il regista – inizia e finisce nel 2067 perché la mia speranza è che nel futuro ci chiederemo come è stato possibile maltrattare questi bambini che vengono da situazioni di guerra e povertà, invece di dare loro un futuro migliore”.

Valeria Bruni Tedeschi, legata da qualche anno al giovane attore Louis Garrel, figlio del bravissimo e – purtroppo molto di nicchia - regista Philippe Garrel, oltre ad essere uno dei più promettenti artisti del panorama francese e internazionale, hanno adottato due anni fa una bambina africana. Ma ci tiene subito a precisare Valeria Bruni Tedeschi: “Il fatto di avere adottato una bambina e di essere diventata mamma non c’entra nulla con la scelta di fare questo film. Tutti per uno è stato realizzato perché non bisogna mai smettere di indignarsi, di lottare e di pensare. In Francia come in Italia, come nel resto del Mondo, dato che prevale ovunque la paura dello straniero. C’è una sensazione di pericolo che striscia nelle menti umane, invece, di vedere l’altro come un arricchimento”.

“Con i bambini – continua l’attrice – non puoi fingere sono sempre veri e ti costringono a tirare fuori la verità. Insomma questo film è stata una grande lezione di vita, anche se io non ho potuto fare a meno di sentirmi un po’ chioccia, una gallina con i suoi pulcini”.

Il film sarà nelle sale da domani distribuito da Teodora Film.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA