questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tutti i premi di Venezia 66 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

13/09/2009

Da quando è stato proiettato Lebanon, dell'israeliano Samuel Maoz è immediatamente salito nelle quotazioni per vincere il Leone d'Oro. Maoz ci ha messo vent'anni a realizzare questa pellicola, davvero impressionante e innovativa. Aveva bisogno di far passare del tempo - ci aveva detto quando lo avevamo intervistato -, di prendere le distanza dagli anni in cui era soldato nell'esercito israeliano e nel 1982 fu mandato a combattere in Libano. 4 attori, unità di tempo e luogo, una giornata, un carro armato e la soggettiva verso l'esterno sempre filtrata dall'obiettivo del cingolato. La Giuria presieduta da Ang Lee non ha nemmeno avuto dubbi sulle due Coppe Volpi per le Migliori Interpretazioni che sono andate alla russa Ksenia Rappoport per La doppia ora e all'eccellente Colin Firth per A Single Man. "Neanche si è discusso - ha affermato Ang Lee - abbiamo visto i film, ci siamo guardati e abbiamo capito. Erano loro i vincitori". Nessun premio agli italiani, ad eccezione del Premio Mastroianni a Jasmine Trinca per Il grande sogno - che soddisfatta e ironica dice: "Significa che dopo film ho ancora freschezza". E' Baarìa di Giuseppe Tornatore che brucia, Medusa ci credeva e non solo loro, visto l'immensità dell'opera. Come pure Margherita Buy per Lo spazio bianco data da subito come la vincitrice per la sua intensa interpretazione. Ha vinto un cinema legato al presente che conferma che il compito di una grande Mostra, e del cinema, è quello di affrontare i temi drammatici della contemporaneità e di portarli all'attenzione del mondo con forza e passione.

 

Nell'edizione 2009 della Mostra del Cinema di Venezia, in corso dal 2 al 12 settembre e diretta da Marco Müller, le giurie hanno assegnato i seguenti premi:

 

Venezia 66

Leone d'Oro per il miglior film: Lebanon di Samuel Maoz (Israele, Francia, Germania)

Leone d'Argento per la migliore regia: Shirin Neshat per il film Zanan bedoone mardan (Women Without Men) (Germania, Austria, Francia)

Premio Speciale della Giuria: Soul Kitchen di Fatih Akin (Germania)

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Colin Firth nel film A Single Man di Tom Ford (Usa)

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Ksenia Rappoport nel film La doppia ora di Giuseppe Capotondi (Italia)

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente: Jasmine Trinca nel film Il grande sogno di Michele Placido (Italia)

Osella per la miglior scenografia: Sylvie Olivé del film Mr. Nobody di Jaco Van Dormael (Francia)

Osella per la migliore sceneggiatura: Todd Solondz per il film Life During Wartime di Todd Solondz (Usa)

 

Orizzonti

Premio Orizzonti al film Engkwentro di Pepe Diokno (Filippine)

Premio Orizzonti Doc: 1428 di Du Haibin (Cina)

Menzione Speciale: Aadmi ki aurat aur anya kahaniya (The man's woman and other stories) di Amit Dutta (India)

 

Controcampo Italiano

Premio Controcampo Italiano: Cosmonauta di Susanna Nicchiarelli (Italia)

Menzione Speciale: Negli occhi di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso (Italia)

 

Corto Cortissimo

Leone Corto Cortissimo al film Eersgeborene (First Born) di Etienne Kallos (Sud Africa, Usa)

Candidatura Mostra di Venezia per gli European Film Awards (EFA): Sinner di Meni Philip (Israele)

Menzione speciale: Felicità di Salomé Aleksi (Georgia)

 

Premio "Luigi De Laurentiis" per un'Opera Prima

Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima (Luigi De Laurentiis): Engkwentro di Pepe Diokno (Filippine)

 

Premio Persol 3-D per il miglior film 3-D stereoscopico dell'anno

Premio Persol 3-D al film The Hole di Joe Dante (Usa)

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA