questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tutti contro Vasco

Attualità, Personaggi

06/09/2011

Sul fronte della scarsa tolleranza c'è da registrare un'altra polemica paraveneziana. Ieri, come tutto il mondo sa, è stato presentato il film Questa storia qua, dedicato alle origini di Vasco Rossi. Il film è stato accolto benissimo dalla critica e dal pubblico, un piccolo trionfo, considerando anche la scelta di raccontare il Vasco fragile e malinconico, nascosto nella sua Zonca. Come è noto, Vasco, non ha presenziato alla proiezione di venezia, ma oltre che con un messaggio audio, si è fatto vivo, come fa abitualmente, dalla sua pagina di Facebook.

Destando ogni volta, o quasi, una selva di polemiche. Sembrerebbe che l'infinito club dei conformisti italiani sia perennemente sintonizzato sulla pagina del Vasco, per guadagnare punti di notorietà sottocosto contestando tutto quello che dice. Troppo facile. C'è da dire altresì che anche Vasco, obbligato ad un riposo forzato, sembra iscriversi alle Cinque Stelle di Beppe Grillo, con amenità varie. Andando per ordine ieril'Associazione dei  medici oncologi lo ha minacciato di querela per aver dichiarato che se avesse avuto un tumore invece di curarsi sarebbe andato ai Caraibi. Hanno mai sentito parlare di Jacques Brel i nostri medici censori? Oggi, dopo quelle dell'ineffabile Giovanardi che non perde occasione per dire che Vasco è un cattivo maestro, arrivano anche le accuse del Codacons, che chiede alla Polizia Postale di chiudere la pagina di Facebook di Vasco perché criticando lo spot governativo contro la marijuana, indirettamente ne promuoverebbe il consumo. Ma non era la Cina quella che impediva agli utenti di esprimere le pproprie idee sul web? Adesso mettetevi nei panni di un normale adolescente o giù di lì. Chi buttereste giù dalla torre: il ministro Giovanardi, il medico oncologo censore, lo scalpitante presidente del Codacons Rienzi o Vasco Rossi? Fate con comodo!

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA