questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Toronto incorona 12 Years a Slave

Attualità, Eventi

16/09/2013

Ieri il Film Festival di Toronto ha chiuso i battenti con un bilancio estremamente positivo, e con un peso sempre più importante sulla scena internazionale, a discapito di un sempre più declinante Festival di Venezia. Vince il Premio del pubblico, il People’s Choice Award (Toronto non ha una giuria), 12 Years a Slave, il film sulla schiavitù di Steve McQueen.
Per il film è un riconscimento particolarmente significativo, perché rappresenta anche una corsia preferenziale per gli Oscar, visto che gran parte dei votanti dell'Academy sono presenti a Toronto. Vedi a questo proposito i medaglieri di Il lato positivo, Il discorso del re e The Millionaire, vincitori del People's Choice Award e successivamente dell'Oscar.
Con un'accoglienza estremamente positiva anche da parte della critica 12 Years a Slave (che non a caso Alberto Barbera ha cercato di avere a Venezia) conferma il talento del regista di Hunger e Shame, e di un cast su cui campeggia un grandissimo Chiwetel Ejiofor, accanto al suo attore feticcio Michael Fassbender, Brad Pitt (che ha prodotto il film), Benedict Cumberbatch, Ruth Negga, Paul Dano, Taran Killam e Scoot McNairy, Paul Giamatti, Sarah Paulson, Garrett Dillahunt, Michael Kenneth Williams e la piccola Quvenzhane Wallis (nomimata all'Oscar 2013 per Il re della terra selvaggia). Ambientato nell'America del 1840, prima della fine della schiavitù (che ufficialmente ebbe termine con il tredicesimo emendamento nel 1864),
12 Years a Slave racconta la storia di  un uomo di colore libero che viene fatto schiavo con un sotterfugio e venduto ad una piantagione della Louisiana dove resta appunto per circa 12 anni, prima di riuscire a dimostrare la sua 'libertà' e riunirsi alla propria famiglia. Negli Stati Uniti il film uscirà il prossimo 18 ottobre, mentre in Italia non è ancora stata fissata una data di uscita, che probabilmente slitterà ad inizio 2014 per farla entrare nella scia delle nomination all'Oscar.
Peopleìs Choice Award assegna altri due premi, sulla base sempre del gradimento del pubblico. Il secondo premio è stato assegnato al britannico Philomena di Stephen Frears con una straordinaria Judi Dench, (presentato anche a Venezia) ed infine terzo premio al thriller Prisoners del canadese Denis Villeneuve con Hugh Jackman e Jake Gyllenhaal.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA