questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Tom Cruise, 5 motivi per cui è considerato il Re del cinema action

Attualità, Personaggi

08/08/2015

Tom Cruise è l’ultimo divo di una razza in via di estinzione. E’ probabilmente l'unico attore di Hollywood che può garantire un ritorno di $ 100.000.000 al botteghino, indipendentemente dal fatto che si tratti di un franchising (come Mission: Impossible) o di un film unico. E’ ancora in grado di vendere un film con il suo nome, ma continua anche a fare film di un certo livello e spettacolari. E’ riuscito a riscuotere un enorme successo ed essere acclamato dalla critica per vari motivi. Non si limita a ripetere se stesso sullo schermo, e sembra eclissare le sue gesta cinematografiche precedenti ogni volta che appare nuovamente sullo schermo. Nel frattempo, a differenza di ogni rivale nel genere d'azione, Cruise si concentra sulla creazione di film singolari, anche quando operano nell'ambito della saga di Missione:Impossible. In sostanza, Tom Cruise è l'unico grande attore action in questo momento. Ed ecco perché lui può e salverà il genere.

Il franchise di Mission: Impossible dimostra come far evolvere una proprietà

So cosa state pensando: Tom Cruise è parte del problema, perché Mission: Impossible è un franchising che è stato adattato da una serie tv. Ma Tom Cruise ha elevato la serie a tal punto che è il principale punto di vendita per questi film al momento. Ogni sequel Mission: Impossible non si basa sul proprio collegamento alle puntate precedenti, ma fa in modo che si può vedere il film anche da solo, e diversi registi sono stati assunti per ogni nuovo film, proprio per dare una diversa sensazione e un diverso stile.

Tom Cruise continua a rispettare il suo pubblico

Cruise cerca sempre di sorprendere il suo pubblico. Basta guardare Mission: Impossible - Rogue Nation. Questo è un film che inizia con Cruise appeso fuori da un aereo che accelera lungo una pista a 500 miglia all'ora, prima di alzarsi in volo. Cruise poi è protagonista di una scena subacquea in cui ha dovuto trattenere il respiro per circa sei minuti facendo anche una lotta corpo a corpo, e un inseguimento in moto attraverso un tortuosa strada di montagna. Ciascuna di queste scene, in qualche modo, sono all’altezza delle sue acrobazie precedenti. Tuttavia, Cruise fa in modo di confezionare anche Mission: Impossible - Rogue Nation come un film completo, non come uno che vive solo di azione. Vediamo Ethan Hunt che si spinge oltre i limiti, e c'è una tensione genuina mista a umorismo e una certa esplorazione. E’ una combinazione di Mad Max: Fury Road ed Avengers: Age Of Ultron.

Anche quando non interpreta Ethan Hunt, conquista

Anche quando è al di fuori di Missione: Impossible, Cruise ci riempie ancora di cinema. Operazione Valchiria, Knight and Day, Jack Reacher, Oblivion, ed Edge Of Tomorrow hanno tutti incassato circa $ 200 milioni a livello internazionale, e sono stati completamente diversi dal su ruolo di Ethan Hunt. Cruise è disposto ad un flusso e riflusso di diversi generi, che si tratti di un film storico, un thriller o un film di fantascienza, e fa anche in modo di presentare sempre la sua figura sullo schermo in un modo carismatico innato intorno ad una storia e ad un personaggio intrigante. La sua identità mantiene il genere d'azione a galla, e Rogue Nation dimostra che il suo treno non sta rallentando.

Ha avuto i suoi momenti bui, ma è tornato più forte

A metà degli anni 2000, c'è stata una vera e propria preoccupazione che la carriera di Tom Cruise potesse essere alla fine. Le persone sembravano più interessate alla sua vita personale, in particolare al suo rapporto con Katie Holmes e alla sua vicinanza a Scientology, piuttosto che ai suoi film. Ha lasciato la Paramount, ha cambiato agente, ma ha continuato a fare buoni film. Durante questo periodo ci sono stati film come Collateral, La guerra dei mondi, Mission: Impossible III, e Leoni per Agnelli, tutti estremamente redditizi, acclamati dalla critica, o entrambe le cose. Da allora, il furore sulla vita di Tom Cruise al di fuori del cinema sembra essersi placato. Possiamo dire che sa come sopportare i riflettori incandescenti.

Tom Cruise non va da nessuna parte

La longevità è difficile a Hollywood. Tom Cruise la mantiene. All'inizio di questa settimana, nella sua intervista con Esquire, Miles Teller ha detto: “E’ difficile raggiungere la giusta posizione, essere un attore che ha un successo commerciale e nello stesso tempo è acclamato dalla critica. Questo è il punto debole." Mentre non si può negare che Cruise abbiamo un successo commerciale, spesso non riesce ad essere acclamato dalla critica anche se i suoi film lo sono. E anche con i suoi attuali 53 anni di età, egli continua ad eccellere nel rispetto del mestiere, e della sua ambizione di divertire il suo pubblico.

Joe Di Maggio quando gli è stato chiesto perché avesse giocato così duramente in ogni singola partita con gli Yankee, ha detto: "Perché ci potrebbe essere qualcuno in tribuna oggi che non mi ha mai visto giocare, e potrebbe non rivedermi più”. Sembra che Tom Cruise si senta allo stesso modo e può continuare così a lungo.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA