questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Thor 2 : Il mondo delle tenebre

Recensioni

31/10/2013

Messo frettolosamente da parte l'approccio shakespeariano di Kenneth Branagh, il secondo capitolo cinematografico della saga di Thor e terza apparizione di Chris Hemsworth nel ruolo del dio dell'Olimpo Marvel, è basato su grande senso dell'umorismo e molti, forse, troppi effetti visivi, peraltro impressionanti, altamente coinvolgenti..

Il ritorno del Dio ad Asgard, il conflitto con il fratello, le difficoltà con il padre Odino, le pene d'amor perdute per la bella scienziata interpretata da Nathalie Portman passano quasi tutte in secondo piano rispetto alla spettacolare battaglia per la sopravvivenza del nostro universo minacciato da esseri terribili che provengono

dal trapassato remoto della Storia.

Thor dovrà compiere scelte coraggiose e pericolose pur di riuscire a salvare tutto ciò che ama da una fine terribile, portata avanti da mostri spietati che provengono dallo spazio.

Un film interessante, forse, a tratti un po' farraginoso, che ha il grande merito di puntare sulla leggerezza dello humour, piuttosto che su un'eccessiva presa sul serio della rilettura Marvel dei mondi immaginati da Stan Lee e dai tanti grandi artisti disegnatori che hanno raccontato le gesta del dio e dei suoi amici.

Peccato, però, che rispetto a The Avengers o all'ultimo Iron Man, l'elemento umano della narrazione, la psicologia e il dramma dei singoli personaggi sembri passare quasi in secondo piano rispetto ad un desiderio di stupire in virtù di una grandiosa rilettura visiva delle battaglie e degli scontri tra le divinità nordiche 

e i loro (nostri) nemici.

Con un elemento fantasy così predominante senza, però, un particolare fondamento mitologico, ed una lunga serie di scontri, Thor 2 - Il mondo delle Tenebre è un film di grande intrattenimento, apparentemente privo, però, di troppe emozioni.

Colpa, forse, non tanto del talentuoso regista Alan Taylor con un passato importante nel cinema d'autore e nelle serie televisive (Soprano, Rome, Mad Men, Il Trono di Spade) quanto piuttosto di una sceneggiatura confusa cui manca il tocco d'autore che aveva distinto il film di Branagh per il suo linguaggio e per il suo desiderio

di contaminare generi differenti.

Detto questo,Thor 2 - Il mondo delle Tenebre  resta molto piacevole e godibilissimo anche grazie alla presenza di un ottimo cast con un Hemsworth maturato nel ruolo di Thor, circondato da attori di grandissimo talento come la stessa Portman, il buffo Stellan Skarsgaard e il sempre perfetto Tom Hiddleston nei panni di un Loki più ambiguo e pericoloso che mai.

Fragilità e difetti a parte, la saga di Thor dimostra di avere elementi di grande interesse e spunti molto brillanti se non sorprendenti anche se, bisogna sottolinearlo, la forza dei film Marvel è sempre la forza dei fumetti Marvel, ovvero l'elemento umano in cui tutti possono riconoscersi a dispetto di avventure grandiose in mondi fantastici e lontanissimi.

Alla fine dei conti, i dialoghi tra Thor e la sua fidanzata umana Jane Foster sono sempre i più interessanti e divertenti del film, a dispetto dei milioni di dollari spesi in effetti speclai perfetti e grandiosi. 

Scritto da Marco Spagnoli
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA