questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

This must be the place, ecco il trailer

Attualità, Trailer

14/07/2011

E' stato uno dei film più apprezzati ed applauditi durante il Festival di Cannes appena trascorso, This Must be the place, prima collaborazione tra il bravissimo Sean Penn ed il nostro Paolo Sorrentino, che si cimenta qui per la prima volta con un film in lingua inglese. Dopo tanta attesa la pellicola ci mostra finalmente il primo trailer, per una release fissata in Italia per il 14 Ottobre (il 24 Agosto in Francia). 

Prodotto da Nicola Giuliano della Indigo Film ed Andrea Occhipinti di Lucky Red, con un budget di 28 milioni di dollari, è stato scritto dallo stesso Sorrentino insieme ad Umberto Contarello.

Per lavorare con il regista Penn ha interrotto l'anno sabbatico che si era preso dalla recitazione dopo l'Oscar vinto come migliore attore per Milk. Nonostante non abbia ottenuto premi durante Cannes, il film potrà però puntare su di una candidatura ai prossimi Academy Awards. Su questo progetto Sorrentino ha dichiarato: "Ho conosciuto Sean Penn nel 2008 durante la serata finale del Festival di Cannes, l’anno in cui lui era presidente di giuria e io ho vinto il premio della giuria per Il Divo. In quell’occasione aveva espresso giudizi estremamente lusinghieri sul mio film. La cosa mi sembrò un avvenimento sufficientemente eccezionale da spingermi a pensare, utopisticamente, ad un film con lui. Inaspettatamente l’utopia è diventata realtà. Gli ho mandato la sceneggiatura con la ferma convinzione di essere destinato ad aspettare mesi prima di ottenere una risposta. Invece dopo 24 ore ho trovato un suo messaggio in segreteria. Credo che gni film deve essere una caccia smodata all’ignoto e al mistero. Non tanto per trovare una risposta, quanto per continuare a tenere viva la domanda".

Completano il cast Frances McDormand, Judd Hirsch, Eve Hewson, Kerry Condon, Harry Dean Stanton. Cheyenne, ebreo, cinquantenne, ex rock star conduce una vita più che benestante a Dublino. La morte del padre, con il quale aveva da tempo interrotto i rapporti, lo riporta a New York. Qui, attraverso la lettura di alcuni diari, mette a fuoco la vita del padre negli ultimi trent’anni. Anni dedicati a cercare ossessivamente un criminale nazista rifugiatosi negli Stati Uniti. Cheyenne decide, contro ogni logica, di proseguire le ricerche del padre e, dunque, di mettersi alla ricerca, attraverso gli Stati Uniti, di un novantenne tedesco probabilmente morto di vecchiaia....

 

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA