questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

The Avengers a Roma, l’intervista con il cast!

Attualità, Conferenze stampa, Interviste, Personaggi

21/04/2012

(Roma) Se non possiamo salvare la Terra, vi giuro che la vendicheremo”. Il momento tanto atteso è arrivato, The Avengers, super crossover Marvel dedicato alla squadra di supereroi con la missione di proteggere il nostro pianeta, approda nelle nostre sale (con una settimana di anticipo rispetto alla release Usa), il 25 Aprile in 700 copie.

Un film evento preceduto da un battage promozionale particolarmente martellante, che ha visto oggi la presenza alla conferenza stampa romana con un consistente ritardo sulla tabella di marcia di Scarlett Johannson (Vedova Nera), Mark Ruffalo (Hulk), Chris Hemsworth (Thor), Tom Hiddlestone (Loki).

Quando Loki, mefitico fratellastro di Thor invade la Terra con l'intenzione di farne il suo regno, Nick Fury capo dello S.H.I.E.L.D, attiva il misterioso 'Progetto Vendicatori', una squadra composta da tutti i supereroi del Pianeta, pronti a battersi fino alla morte. Convocato come consulente l'irriverente Tony Stark, alias Iron Man, Fury richiede la presenza dello stesso Thor, dei suoi fidati agenti Vedova Nera ed Occhio di Falco e di Capitan America, risvegliatosi nel presente dopo un sonno indotto durato settant'anni. A loro si aggiunge il timido Dottor Bruce Banner, che a causa di un particolare esperimento si trasforma nei momenti di ira in un enorme mostro verde, Hulk. Mentre Loki dalla sua ha un'intera armata, prima difficile missione dei Vendicatori è quella di superare le rispettive differenze. Non è semplice infatti la convivenza tra così forti personalità e lo scontro tra i tre ideali leader Iron Man, Thor e Capitan America su chi debba guidare il gruppo è all'ordine del giorno....

Miss Johannson cosa la attirava di quest'eroina, Vedova Nera? “L'ho interpretata per la prima volta in Iron Man 2, perchè volevo lavorare con Robert Downey jr. E poi l'idea di interpretare una eroina così dura mi attraeva, sebbene possa sembrare a molti una scelta non convenzionale”. Come sceglie i suoi ruoli? “Basandomi sulla capacità della sceneggiatura di terrorizzarmi. Mi vengono fornite poi sempre più spesso le possibilità di interpretare personaggi con un maggiore spessore. L'elemento della paura mi fa capire che c'è qualcosa per cui vale la pena di combattere”. C'è qualcosa di lei in Vedova Nera? “Io sono ipersensibile, caratteristica che sfrutto nel mio lavoro e ne traggo vantaggio, lei invece deve rimanere più distaccata, diciamo che abbiamo in comune l'amore per il lavoro”. Ha interpretato molti film d'autore, qui è impegnata in qualcosa di diverso dove la vediamo anche combattere... “ Non posso fare un confronto tra i vari film, ognuno è un'esperienza diversa, con temi e perché no budget diverso. Per me ogni volta è una sfida, dal punto di vista drammatico o come in questo caso anche a livello fisico. Qui c'è un cast grandioso, ed è un film trainato dai personaggi. Nessuno di noi si è messo al di sopra degli altri. Le scene di combattimento hanno richiesto grande pratica, ti devi impegnare perché non c'era molta computer grafica, io e Tom abbiamo passato molto tempo con gli stuntman, A Joss (Whedon, il regista n.d.r.) inoltre piaceva l'idea di poter inquadrare le nostre facce e anche a noi piaceva questa idea”.

Una settimana fa Woody Allen era qui, le sarebbe piaciuto essere nel cast del suo film romano? “Chi non ama Woody Allen! Io per lui lavorerei sempre ed amo Roma, ho già lavorato qui per The Good woman e quando sono arrivata in aeroporto oggi mi sono emozionata. Woody e Joss sono diversi, Joss si concentra sulla caratterizzazione, Woody invece non parla molto, ti sceglie pensando già che tu sappia come interpretare il personaggio, non ti subissa di appunti” Le fa eco Hiddleston: “Ho lavorato con Woody per sette giorni, è stato divertente. Lui è interessato ad un tipo di sofisticazione diversa. L''idea di Allen che dirige The Avengers però potrebbe essere interessante (ride)”.

Piccolo intermezzo comico quando accidentalmente Chris Hemsworth fa cadere un bicchiere e cita ridendo una battuta di Thor 'datemene un altro' ( riferendosi a quando l'eroe chiede un boccale di birra appena arrivato sulla Terra). Tocca a lui poi parlare quando gli viene chiesto della crescita umana del suo Thor. Le è piaciuto tornare in questo nuovo capitolo? “ Certo ero entusiasta, anche perché questo film aprirà il sequel di Thor e comunque (ride), sono tenuto a farlo da contratto!”.

Per Tom Hiddleston è più divertente essere il cattivo o avrebbe voluto interpretare l'eroe? Loki è il primo personaggio cattivo che interpreto e poi si dice sempre 'che il diavolo ha la possibilità di cantare i motivi migliori'. Prima di Loki avevo interpretato sempre personaggi antichi, d'epoca, l' 'inglese medio dal buon cuore, è interessante vedere le ragioni dietro la cattiveria di Loki, è un uomo con problemi psicologici”.

Mark Ruffalo, lei era già fan di Hulk? “Conosco questi fumetti sin da ragazzo, li ho letti insieme insieme a mio cugino e poi ero appassionato della serie tv, sebbene il mio personaggio preferito sia Occhio di Falco”. Come si è trovato con il motion capture, interpretando sia Bruce Banner che Hulk? “ E' stato divertente, anche se a volte molto imbarazzante quando recitavo insieme agli altri membri del cast - conclude - Loro bellissimi nelle loro uniformi e io con la mia orribile tutina da motion capture”.

In sala dal 25 Aprile in 750 copie per Disney!

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA