questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

The Artist, omaggio ai film muti, in concorso a Cannes

Attualità

15/05/2011

Hollywood, 1927. George Valentin è una star del cinema muto a cui la vita sorride, sotto tutti i punti di vista. Quando però arriva il sonoro, George comincia ad entrare nell’ombra e nessuno lo chiama più per interpretare alcun ruolo. Peppy Miller, giovane figurante, diventa lei la nuova star del momento...

The Artist è una pellicola davvero originale e particolare tanto che, il Festival di Cannes in un primo momento l’aveva proposto come evento speciale poi, i selezionatori ci hanno ripensato e lo hanno inserito in concorso. Girato, chiaramente in bianco e nero, la regia è di Michel Hazanavicius, che ne ha curato anche la seceneggiatura, mentre il cast è composto da Jean Dujardin - George Valentin; Bérénice Bejo - Peppy Miller; John Goodman – Zimmer, James Cromwell – Clifton; Penelope Ann Miller – Doris; Missi Pyle - Actress/Constance.

Durante la conferenza stampa tenuta a Cannes del film Michel Hazanavicius ha affermato: “Questa era una idea che mi frullava nella mente da lungo tempo. Il muto, questa purezza di fare cinema, è il tipo di settima arte che ha forgiato i più grandi realizzatori di pellicole del mondo. Sapevo che non dovevo fare un ‘pastiche’, dato che il muto è più adatto al melodramma. Guardate Chaplin non ha realizzato altro che melodrammi, sempre su un tono comico”.

L’attrice Bérénice Béjo che nel film è Peppy parlando del suo ruolo ha detto: “Mi sono riguardagata City girl di Murnau e mi sono resa conto che gli attori erano già molto moderni. Mi sono molto documentata su Joan Crawford, Gloria Swanson e Marlene Dietrich e quindi mi sono riguardata più di 150 clip su YouTube oltre a svariati film. Ho letto la sceneggiatura ripensando sempre a tutte queste attrici. Così nel momento in cui abbiamo iniziato le riprese ero pronta e mi sono detta: ‘Peppy Miller, sono io?.

Thomas Langman, produttore del film, ci ha tenuto a precisare: “In questa epoca folle per il 3D, Michel è stato qualcuno che ha voluto raccontare un film sui grandi nomi del cinema e che ha voluto fare qualchecosa, di veramente, diverso da tutto ciò che si vede in giro... Tutto questo mi piaceva da morire e mi affascinava... Avere l’opportunità di lavorare per accompagnare la realizzazione di un sogno, questa è l’essenza del mio mestiere e con The Artist è diventata realtà”.

Il film sarà proiettato, domenica 15 maggio, alle 8h30, 14h00 e 19h30 al Grand Théâtre Lumière.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA