questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Takashi Miike al Festival con 13 Assassins e la sua serie di culto Zebraman

Attualità, Recensioni

08/09/2010

Questa sera vedremo 13 Assassins che il regista giapponese Takashi Miike (altro grande amico di Quentin Tarantino e di Eli Roth, per il quale ha fatto un piccolo cameo nel primo Hostel) porta in concorso. Nel frattempo per tutti i cultori della sua opera la 67° edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia ha portato fuori concorso la saga di Zebraman

Due pellicole tratte da una serie cult degli anni Settanta, le avventure dell'uomo Zebra firmate da Miike. Otaku di tutto il mondo benvenuti al Lido! Se fino ad ora avete soltanto letto di Zebraman, lo avete visto solo sullo schermo del vostro laptop, qui al Festival avrete l'opportunità di godere appieno delle prodezze del vostro supereroe preferito. Ma Miike - con tre film quest'anno alla Mostra - finirà per conquistare anche semplici curiosi e appassionati cinéphile.

La storia del mite professore, fanatico della più sfigata tra le serie tokusatsu anni '70 oscurata da Ultraman e Megaloman, che scopre che, indossando il costume del suo Zebraman, spacciandosi per lui e compiendo azioni non degne del 'nostro' eroe, non può non interessare anche chi ne è completamente a digiuno. Si sa i giapponesi in quanto a fantasia di mostri, supereroi, uomini che si trasformano in esseri alieni, sono insuperabili. Soprattutto quando si apprende che le disgrazie sventate dall'uomo-zebra sono scritte in alcune sceneggiature custodite da un professore rivale...

Le (dis)avventure per il creatore di Zebraman non hanno mai fine, oltre ad occuparsi della sua creatura, deve stare attento a chi vuole attentare alla sua fantasia, alla sua creatività e quindi... alla sua vita.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA