questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Star affittasi per brevi periodi a prezzi di saldo

Attualità, Gossip, Personaggi

06/02/2014

Una volta c'era la pubblicità di una saponetta che diceva "Contiene profumo francese da diecimila lire al boccettino", adesso Hollywood sat adottando la stessa strategy: si confezionano film d'alto profile ma a budget medio-basso e ci si mette una star, in un ruolo minore, come ciliegina sulla torta. La pratica del "boarding," dove una star viene impiegata per pochi giorni, max due settimane, e tutte le sue scene vengono concentrate per delle riprese veloci, si sta diffondendo. I produttori sempre più in difficoltà per riuscire a tenere i costi a livelli accettabili di fronte ai salari sempre più alti richesti delle star, hanno escogitato questo sistema: ingaggiarli per un impegno ridotto senza dover pagare i cachet milionari a due cifre richiesti per un ruolo principale. Un escamotage che sta bene anche alle star che se la cavano con pochi giorni, potendo dedicarsi ad altri ingaggi.

Johnny Depp, ad esempio, ha rinunciato al suo solito cachet di 20 milioni di dollari per apparire in un ruolo minore nel musical della Disney Into the Woods. Ha accettato un mini cachet da 1 milione di dollari per una settimana, ma solo perché era la Disney e il regista Rob Marshall, che lo ha diretto in Pirati dei Caraibi 3, a chiederglielo.

D'altro canto il risparmio non è indolore. La schedule concentrata di una star può diventare un inferno. E spesso questi shooting si trasformano in una prova di forza, con il coltello dalla parte del manico in mano alla star ovviamente.
Ciònonostante molt star sono diventate degli habitué del 'boarding'. Bruce Willis di necessità ha fatto una virtù, ovvero per la modica cifra di 1 milione di dollari al giorno lui è disponibile ad apparire anche nella pubblicità, vedi il duo ruolo risotto in I Mercenari 2, accanto al collega Arnold Schwarzenegger anche lui 'boardizzato', ed inoltre in un ruolo ancora più breve in G.I. Joe: Retaliation (ma ancora una volta appariva nella locandina). Ma quando i produttori di I Mercenari 3 gli hanno offerto 3 milioni di dollari per quattro giorni di riprese lui ha rifiutato, ed è stato rimpiazzato da Harrison Ford.

Dwayne Johnson, il cui cachet abituale ammonta a 15 milioni di dollari, è state ingaggiato sul set di Fast & Furious 6 per quattro settimane per circa 10 milioni, ed è stato usato, sebbene avesse un ruolo secondario, in tutti i materiali pubblicitari.
C'è poi anche un altro tipo, ancora più impegnativo, di boarding: quello del 'villain certificato'.
John Malkovich e Gary Oldman sono tra i più gettonati in questa categoria. A questo proposito c'è un aneddoto su Jack Nicholson 'boarded' da Martin Scorsese nel film The Departed. Nicholson aveva accettato un cachet risotto, ma durante le riprese c'era il suo agente con un cronometro che fermava le riprese quando era state raggiunto il numero di ore concordato.

Anche la grandissima Meryl Streep non disdegna il sistema del boarding, e recentemente ha accettato un salary risotto per dieci giorni in Sud Africa sul set del fantascientifico The Giver di Phillip Noyce, per la gioia dei produttori The Weinstein Co. e Walden Media, che con il nome di Meryl Streep ottengono immediatamente una visibilità ed un peso completamente diverso al loro film, interpretato dallo sconosciuto Brenton Thwaites. Ma anche Kate Winslet è 'salita a bordo' per due settimane sul set di Divergent, ma nel suo casa la schedule ridotta è dovuta soprattutto al suo pancione ed alla prossima maternità.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA