questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Spielberg sceglie Parigi per presentare 8 minuti di Tintin!

Attualità, Interviste

21/07/2011

Uno dei registi più famosi e potenti di Hollywood, Steven Spielberg, fra i suoi mille progetti, si è dedicato al fumetto di Hergé con protagonista il giovane Tintin. Ne ha fatto un film, dal titolo: Le avventure di Tintin: Il Segreto del Liocorno che uscirà in Italia il 28 ottobre per Warner Bros.

Nel frattempo, Steven Spielberg, ha scelto Parigi per mostrare le prime immagini del film, realizzato in 3D. Per la precisione otto minuti delle avventure del protagonista assoluto il ragazino/detective – belga, a dire il vero – disegnato da Hergé. Con Spielberg c’era anche il regista Peter Jackson, che ha concepito il film con lui e probabilmente ne realizzerà il seguito, e i tre protagonisti: Jamie Bell, Andy Serkis e il francese Gad Elmaleh. Ovvero Tintin, il Capitano Haddock e il cattivo di turno, il trafficante d’oppio Omar Ben Salaad.

Peccato per loro che, come ha detto Elmaleh, la loro faccia non si vedrà. La tecnica di realizzazione scelta da Spielberg è infatti la stessa di Avatar: gli attori sono vestiti con una tuta speciale e ricoperti di sensori digitali. Poi i loro movimenti vengono trasferiti ‘dentro’ le striscie, quindi quello che si vede sono i personaggi come li ha disegnati Hergé, ma ‘animati’ da attori.

“Questo procedimento mi è sembrato il migliore perché mi permetteva di restare fedele allo spirito di Hergé proponendo contemporaneamente uno spettacolo che stupisce gli spettatori di oggi”, ha affermato Spielberg.

“Sono trent’anni che penso di realizzare un film dalle storie di Tintinha continuato il regista – ma non vi erano le tecniche adatte per farlo come lo avevo in mente, mancavano i mezzi adatti. Ora è possibile e siamo riusciti ad ottenere una via di mezzo fra il cinema ‘classico’ e il cartone animato”. A volte alcuni progetti hanno proprio bizzarri destini, se Spielberg desiderava fare questo film da tanto tempo, lo stesso Hergé – prima di morire – dichiarò che solo il regista di E.T. poteva adattare Tintin per il cinema perché: “E’ un genio”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA