questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Spectre: pesos messicani per 007?

Attualità, Personaggi

19/03/2015

La produzione di Spectre si è appena trasferita a Città del Messico dove sono previste alcune scene spettacolari della pellicola in occasione del Day of the Dead Festival, preceduta da una notizia di offerta di sovvenzioni speciali (14 milioni di dollari) da parte del Governo a fronte di un’immagine positiva dello stato nel film. La notizia è stata prontamente smentita dalla Mgm che produce il film «In ogni paese in cui giriamo si fanno accordi e si ottengono incentivi, che avvenga attraverso imposte o aiuti per la cooperazione, e in questo caso abbiamo delle compagnie private con le quali ci uniamo per stimolare il turismo nel paese, che ci danno finanziamenti e appoggio pratico», ha dichiarato il produttore Michael G. Wilson, che ha negato che il copione abbia subito modifiche, aggiungendo che il cattivo è sempre stato italiano, non messicano (è il ricchissimo marito di Monica Bellucci), ma non ha detto niente riguardo alle altre indiscrezioni sulla sostituzione del sindaco della capitale con un leader internazionale come obiettivo di un killer  e la sostituzione della polizia locale con una forza speciale. Staremo a vedere, è proprio il caso di drilo. Di certo la produzione ha scritturato una terza Bond girl, la prima Bond girl messicana della storia, che non era prevista nello storyboard originale, e che affiancherà la “nostra” Monica Bellucci e la francese Léa Seydoux, ovvero l'attrice Stephanie Sigman (nella foto). «Abbiamo cercato donne che potessero essere appropriate per questa pellicola, e Stephanie è piaciuta molto al regista, per un ruolo del quale non posso ancora parlare», ha aggiunto Wilson.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA