questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Sorrentino e un nuovo film con Michael Caine. Sarà in America?

Attualità, Personaggi

06/11/2013


La prima buona notizia e' che girerà un nuovo film, la seconda e' che uno dei protagonisti sarà il grande Michael Caine. Stiamo parlando di alcuni rumors che riguardano Paolo Sorrentino, talentuoso regista poco più che quarantenne ma già pluripremiato a Cannes, in attesa della consacrazione americana dell'Oscar.
E proprio in partenza per gli States, per un tour di avvicinamento alla definizione delle candidature per i film stranieri (l’annuncio delle cinquine che gareggeranno per l'Oscar per il miglior film in lingua non inglese sarà dato il giovedì 16 gennaio), Sorrentino ha annunciato che girerà “In the future”.
Titolo a parte nulla e' dato sapere di una pellicola annunciata da Medusa per il 2015, ne' se sarà girata in America come il primo film americano del regista, 'This must be The piace', ne' naturalmente sulla trama, anche perché -laconico come sempre- Sorrentino chiude le porte alle domande con un semplice: "Si, girerò il film ma non aggiungo altro...".
Tutto perfettamente nello stile sorrentiniano, che negli annincinha abituati a poche sibilline parole, sempre al loro posto, contrappunto ideale di una filmografia che fa del controllo totale del mezzo espressivo, della lucidità e dell'inventiva una cifra distintiva ben precisa.
Nel solco di questa linea espressiva si situa "La grande bellezza", film che ha diviso critica e pubblico nel nostro Paese, stregando la stampa internazionale fin dalla Première del Festival di Cannes. In quest'ottica la passerella nelle sale americane (a cominciare dal prevedibile bagno di folla del 15 novembre a Los Angeles) potrebbe costituire un buon viatico per i membri dell'Academy, che dovranno decidere se l'onirico, felliniano, didascalico, evocativo - e chi più ne ha più ne metta - film di Sorrentino potrà far parte dell'ottantaseiesima edizione della 'Notte delle stelle', che come noto si svolgerà domenica 2 marzo 2014.
A proposito di definizioni, la lontananza dalla promozione italiana, il meritato successo in sala e la prospettiva di nuove soddisfazioni hanno fatto si che in una soirée romana Sorrentino reagisse positivamente ad una sollecitazione della stampa ed alla richiesta su cosa sia la 'Grande bellezza' ecco come risponde l'artista: "Quello del titolo e' uno spunto, tra i temi del film c'è la dicotomia tra il sacro e il profano. Per me il sacro o se volete l’importante è tutto ciò che è degno di essere ricordato, il profano è ciò che è dimenticabile. Se c’è una nostalgia nel film è per la rinuncia che ha fatto il nostro Paese sulla frequentazione del mistero. È come se avessimo rinunciato a misurarci con quello che ci riusciva meglio: l’arte e la scienza. Una alimenta il mistero, l’altra tenta di dargli una spiegazione logica. Purtroppo oggi artisti e scienziati in Italia tendono ad essere un po’ emarginati".
Un buon viatico per un viaggio in America, che potrebbe prevedere sopralluoghi, scelta di location, Studios, chi sa...
Quel che è certo è che si parte dall'Italia, alle prese con la corazzata della risata targata Zalone, cosa potrà mai pensare un 'autore' di un blockbuster della risata? Ecco la 'versione di Sorrentino' circa i successi di 'Sole a Catinelle' al botteghino: "Sono felicissimo, ho una grande ammirazione per lui e andrò sicuramente a vederlo con i miei figli".

Scritto da Titta Digironimo
Tag: non vi sono tags per questo articolo
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA