questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Sonyleaks: gli hackers minacciano atti di terrorismo contro i cinema

Attualità, Personaggi

17/12/2014

l gioco si fa duro. Il fantomatico gruppo di ‘pirati informatici’ nascosti dietro la sigla Guardians of Peace che hanno compiuto l’assalto informatico nei sistemi informativi e di sicurezza della Sony è passato alle minacce fisiche.

In un messaggio inviato poche ore fa, il gruppo ha postato un avviso molto esplicito: 

“Vi mostreremo chiaramente [il nostro regalo di Natale] quando e dove verrà proiettato il film The Interview, compresa la prémière,  quale amaro destino coloro che cercano divertimento nel terrore dovrebbero essere condannati a trovare,” gli hacker hanno scritto.

Gli hacker inoltre invocando gli attacchi dell'11 settembre 2001, invitano la gente a mantenersi "lontano da quei luoghi in quel momento."

"Il mondo sarà pieno di paura", hanno scritto. "Qualunque cosa accada nei prossimi giorni sarà dovuta all’avidità di Sony Pictures Entertainment. Tutto il mondo si rivolterà contro la SONY."

Parole agghiaccianti, ca cui la Sony non ha risposto immediatamente, ma solo dopo qualche ora invitando gli esercenti che hanno programmato il film The Interview, in uscita nei cinema americani proprio questa settimana, a sentiorsi liberi di non programmarlo, per evitare paure tra il pubblico.

Questo messaggio potrebbe essere la conferma della responsabilità del leader nordcoreano Kim Jong Un dietro l’attacco informatico, come rappresaglia per il film, prodotto e distribuito dalla Sony, The interview , in uscita proprio in questi giorni, che racconta la storia di due conduttori televisivi americani (James Franco e Seth Rogen) reclutati dalla CIA per assassinare proprio il leader in oggetto, dipinto (senza troppa fantasia) come un pazzo sanguinario.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA