questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Show per Una canzone per te

Attualità, Interviste

25/05/2010

Non si è trattato di una conferenza stampa ma di un vero e proprio show guidato dal mattatore Paolo Ruffini, ex-Vj di MTV e ora attore, la presentazione del film Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani. Un film prodotto da Universal Pictures, insieme a Cattleya e in collaborazione con MTV (per la prima volta nella storia dell’emittente televisiva più amata dai giovani in assoluto). Il tutto si spiega in quanto Una canzone per te è un film dove la musica è protagonista allo stesso modo di Davide, il giovane al centro delle avventure narrate, interpretato da Emanuele Bosi, insieme a Michela Quattrociocche e Agnese Claisse. Allo show erano presenti: tutto il cast, i tre protagonisti, più tutti i giovanissimi attori che interpretano i loro amici e i membri della band musicale di Davide (Bosi) ovvero i Nais Nois. In più la colonna sonora composta da alcuni brani di repertorio, vedi Cat Stevens o la PFM, ma soprattutto da nuovi gruppi italiani come gli Zero Assoluto, i Lost, i Sonohra, L’Aura e i Broken Heart College, anche loro tutti presenti in carne ed ossa. A volte un po’ imbarazzati perché giovani ma molto orgogliosi del lavoro svolto. Una canzone per te che arriva nei nostri cinema il 28 maggio è una pellicola piuttosto atipica. A prima vista potrebbe farvi pensare ad un film alla ‘Moccia’ e invece siamo dalle parti di Ritorno al futuro, Ricomincio da capo e Sliding Doors conditi da una colonna sonora quasi costantemente presente.

Davide è il leader della band Nais Nois, è un bel ragazzo, è fidanzato con Silvia (Michela Quattrociocche, bellissima, lei sì attrice ‘mocciana’), è piuttosto sbruffone e superficiale, crede che tutto gli sia dovuto. Fino a quando le cose cominciano ad andare storto. Il destino tira un brutto scherzo al ragazzo dagli occhi azzurri: rischia la bocciatura, la sua band viene eliminata dall’MTV New Talents, la sua ragazza lo lascia perché lui l’ha tradita e i suoi genitori si stanno separando. Ma il destino decide di dare a Davide una seconda chance. Sarà capace, questa volta, di giocare bene le sue carte? Una sceneggiatura che tiene conto di tutto quello che avviene nell’adolescenza ma che ha dei punti molto originali, come quello di paragonare grandi scrittori o poeti a musicisti, per fare capire a Davide come studiare. Durante un compito in classe gli viene infatti chiesto di paragonare il senso della morte tra due poeti: Arthur Rimbaud e Cesare Pavese. In lui scende il buio totale, ma quando Lisa (Claisse) da tutti ritenuta la ‘sfigata’, la ‘strana’ della scuola e che avrà un ruolo centrale nella vita di Davide, gli suggerisce di pensare alle esistenze di Jim Morrison e Kurt Cobain, al ragazzo gli si accende una lampadina.

Paragnani lei ha scritto il film insieme al suo amico Valerio Cilio da dove nasce questa idea? “Io debutto nel lungometraggio con Una canzone per te – ci dice il regista – dopo avere lavorato molto per la televisione. Ho voluto fare un omaggio a quella filmografia con la quale sono cresciuto, in particolare ad un regista come John Hughes, di cui ho amato tutti i film che ha fatto negli anni ’80. Poi sono un devoto della saga di Ritorno al futuro, di Ricomincio da capo e dei college movie americani. La cosa che ci tengo a precisare però è che questo è un film molto italiano. E’ una commedia musicale con un tocco di fantasy, con dei riferimenti ai musicarelli, e con l’Italia e, soprattutto Roma, dove è ambientata la storia come punto forte della vicenda. Dico questo perché non ho voluto scimmiottare i film con i quali sono cresciuto, ho preso spunto e ne ho fatto una storia nostra”. La musica, questo si evince anche dal titolo è uno dei protagonisti del film, grazie anche alla collaborazione con MTV... “Assolutamente sì tanto che anche il cast è stato guidato da questa esigenza. Emanuele Bosi ed Agnese Claisse che nel film cantano e suonano, insieme ai membri delle loro band, lo fanno veramente. Quindi mi servivano attori che conoscessero la musica e che sapessero cantare. Quello che mi premeva mettere in evidenza con questa storia è che Davide compie un viaggio musicale. All’inizio del film è quasi insopportabile nel suo essere arrogante e leggero, poi gli eventi lo fanno diventare un ragazzo maturo, sensibile, che ha imparato a rispettare gli altri. La musica segue lo stesso percorso. I Nais Nois fanno pezzi molto commerciali e poi man mano si procede, Davide conosce anche i grandi della musica, e la colonna sonora cambia, come la sua esistenza. Lui raffina i suoi gusti e il suo modo di essere. Grazie soprattutto alla figura di Lisa che lo accompagna in questa iniziazione”. Come avete coinvolto MTV? “Grazie a Luca De Gennaro che è il Direttore Artistico di MTV Italia che quando gli abbiamo mandato la sceneggiatura gli è talmente piaciuta che ha coinvolto vari gruppi italiani per la colonna sonora e trovato i diritti per i pezzi di repertorio. MTV non si è limitata a dare una consulenza musicale ha partecipato in pieno alla produzione del film, non ha solo proposto l’MTV New Talents che veramente avviene ogni anno dove si cercano i nuovi talenti, ma ha trovato gli artisti giusti per la nostra vicenda. Ed è la prima volta che avviene per questa emittente a livello mondiale, non l’ha mai fatto nemmeno MTV USA”. “Volevo aggiungere una cosa prima di concludere – afferma Paragnani – il lato fantasy di Una canzone per te è dato sì dal mio amore per i film che vi ho citato prima, quindi Davide rivivrà la stessa giornata – il 7 giugno – per due volte ma anche dall’amore che i giovani stanno dimostrando in questo periodo verso il genere. Mi riferisco a fenomeni come Harry Potter o la saga di Twilight. Del resto io, che non ho di certo 18anni, come i miei attori, sono rimasto sveglio fino a tardi ieri sera per vedere l’ultima puntata dell’ultima stagione di Lost e mi sono emozionato come poche volte nella vita”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA