questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Shining riletto in un DOC che ‘spalanca’ la Room 237

Attualità

18/11/2013


Un capolavoro del maestro Stanley Kubrick passato al microscopio, riletto in chiave critica, da ogni punto di vista possibile, inquadratura per inquadratura, fino ad arrivare a credere di aprire davvero per la prima volta la stanza 237...
A più di trent'anni dall'uscita in sala di Shining, uno dei tanti capolavori di Stanley Kubrick, il regista Rodney Ascher ha dedicato a quel film, interpretato da Jack Nicholson,  ROOM 237, un documentario presentato con successo al Festival di Cannes e dal 20 novembre in Italia distribuito da Feltrinelli Real Cinema (nella consueta formula dvd+libro, euro 17,90). La pellicola di Ascher indaga sulle infinite interpretazioni fornite da quanti credono di aver decodificato i simboli nascosti nel film.
Nato dalle conversazioni di Ascher con il produttore Tim Kirk, il film dà voce al flusso di cosienza di fan e studiosi che da trent'anni vivono "intrappolati" nell'Overlook Hotel.
"Da ragazzino - spiega il regista  - sono scappato da un cinema che proiettava Shining dopo appena venti minuti, e da allora sono ossessionato dal film. Nonostante l'abbia visto tante volte continua ad esercitare su di me un senso di ambiguità e di mistero. Qualche anno fa il mio amico Tim Kirk mi mandò un articolo che dava del film un'interpretazione incredibilmente drammatica, coinvolgendo lo Zodiaco e la Guerra Fredda... era l'inizio del documentario che avremmo girato. Abbiamo passato i mesi successivi ad analizzare le teorie formulate su Shining, che coprono argomenti disparati come i nativi americani, Marshall McLuhan, il genocidio, la numerologia, le fiabe, la seconda guerra mondiale...
Insieme al dvd, nel cofanetto anche il volume "Welcome to the Shining Hotel" (pp. 80): nel libro Goffredo Fofi e la sua Storia di Stanley Kubrick, brani di Non siamo mai andati sulla luna, il libro di Bill Kaysing che nel 1976 per primo denunciò negli USA il cosiddetto “complotto lunare” e venne ritirato dal mercato, un saggio di Giorgio Cremonini sulle influenze di Sigmund Freud su Kubrick, la filmografia completa e il decalogo di Margaret Atwood sul blocco dello scrittore, il morbo che affligge Jack Torrance.
 

Scritto da Titta Digironimo
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA