questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Senna, una vita al massimo

Attualità, Recensioni

28/01/2011

(Bari) Presentato in anteprima europea al Bifest 2011, Senna di Asif Kapadia, è un film espressione del cosiddetto ‘cinema del reale’.

Realizzato solo tramite materiali visivi inediti, raccolti in diversi paesi del mondo e dagli archivi della Formula Uno, questo documentario, a pochi minuti dal suo inizio, restituisce allo spettatore la sensazione di stare vedendo qualcosa di nuovo: un prodotto dal carattere nuovo in cui la vita dell’indimenticabile pilota Ayrton Senna viene raccontata da lui stesso in prima persona, trasformando così il piano della narrazione in quello di una sorta di docufiction in cui tutto sembra avere i crismi della finzione, mentre in realtà si tratta di una storia tanto vera quanto dolorosa.

Senna è un film dinanzi al quale è pressoché impossibile trattenere la commozione e durante la cui visione è bene avere a portata di mano un fazzoletto. Questo perché il legame emotivo con quanto si vede sullo schermo è talmente intenso da sorprendere lo spettatore per la sua emotività.

Scritto da Manish Pandey, un appassionato di Formula Uno che ha praticamente distillato l’equivalente di un intero libro nell’ambito di una sceneggiatura, Senna ripercorre le tappe di un viaggio esistenziale e di una carriera da grande campione dal carattere unico.

Le luci e le ombre del mondo del campione brasiliano, mostrano un ritratto inedito tanto dell’uomo quanto del campione in un crescendo che arriva fino a quel tragico 1° maggio 1994 in cui Ayrton Senna perse la vita in un incidente, preceduto da una serie di segnali inquietanti.

Spettacolare e significativo, l’intarsio visivo realizzato da Asif Kapadia, conquista tutti, anche lo spettatore disinteressato alla Formula Uno, perché al centro della narrazione è l’elemento umano a dominare, con un protagonista carismatico che ricorda più quasi un divo di Hollywood che il medio corridore nell’automobolismo.

Intenso e interessante, Senna è una celebrazione del genio e della ‘follia’ del pilota, della sua passione smisurata per la velocità e l’essere sempre il numero uno. Non una pellicola per appassionati, dunque, ma un vero e proprio film documentario su un asso del volante, mostrato nel suo complesso rapporto con gli altri e nella sua relazione con intima e personale con la velocità.

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA