questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Il mercato deve reagire

Attualità, Trade

25/06/2012

Sconosciute al grande pubblico le Giornate Estive di Cinema, assieme alle cugine Giornate Professionali di Sorrento che si tengono a fine novembre, rappresentano la  più importante manifestazione cinematografica per addetti ai lavori. In queste due occasioni le società di distribuzione presentano agli esercenti cinematografici i film delle stagioni successive, offrendo uno scenario molto preciso e con abbondanza di materiali, sul mercato che verrà. In questa occasione vengono mostrati centinaia di trailer, molte anteprime e moltissimi spezzoni di film che, nel caso del cinema italiano, vengono commentati in diretta dagli stessi registi e attori. Insomma un evento a metà strada tra il mercato, la vetrina e il luogo di discussione delle varie problematiche, che nei trenta e passa anni di vita è diventato un appuntamento imperdibile per tutti coloro che si occupano professionalmente di cinema. Ovviamente quest'anno, in un clima generale di incertezza e trasformazioni, sono molti i motivi di preoccupazione. L' argomento più caldo è quello della flessione degli spettatori che nei primi mesi dell'anno ha segnato un -10% circa e che in questo primo scorcio estivo stanno letteralmente affondando (vedi i nostri articoli sugli incassi) . Di questo e di altre questioni abbiamo parlato, alla vigilia di questa manifestazione, con alcuni protagonisti di queste Giornate, che per esperienza professionale e Società che dirigono, rappresentano alcune delle voci più autorevoli. Con il rammarico che per motivi di spazio e di tempo non abbiamo potuto sentire anche le altre moltissime e altrettanto autorevoli voci, che comunque vi racconteremo in diretta da Riccione. Da queste prime considerazioni emerge un quadro di grande autonomia nei giudizi ma di sostanziale e condivisa volontà di reagire, ed uno squarcio sul mercato dei prossimi mesi entusiasmante. Non c'è dubbio che anche per il cinema la strada è in salita, ma le risorse ci sono e c'è soprattutto una grande determinazione, ed una disponibilità totale a mettersi in gioco, per continuare a guardare il futuro con fiducia.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA