questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Sean Penn sempre in prima linea per i diritti civili. Nel mirino: Wyclef Jean

Attualità

27/08/2010

“Queste elezioni sono cruciali e io non vi prenderò parte. Mr. Jean dovrebbe fare lo stesso”: così Sean Penn, dalle pagine dell'Huffington Post, si scaglia contro la candidatura del rapper haitiano Wyclef Jean alle elezioni presidenziali del suo Paese.

 

L'attore americano - impegnato sin da subito nei soccorsi dopo il devastante terremoto che a gennaio ha colpito l'isola caraibica - già un paio di settimane fa aveva tuonato contro la decisione dell'ex membro dei Fugees di concorrere alle elezioni. Ieri, in un'editoriale pubblicato dal giornale americano ha rincarato la dose, invitando il cantante a ritirare definitivamente la candidatura: “Molti di quelli che, come me, erano sul posto si sono chiesti dove fosse lui quando la sua presenza sarebbe stata necessaria e perché non abbia fatto nulla per tenere alta l'attenzione dei media sulla tragedia”, ha scritto Penn.

 

E in ogni caso, Samuel Pierre, avvocato e membro della commissione elettorale di Haiti, ha fatto sapere che Wyclef Jean non potrà opporsi alla decisione della commissione che nei giorni scorsi lo aveva escluso dalle consultazioni (contro cui il rapper aveva annunciato un ricorso), dal momento che gli mancano alcuni requisiti fondamentali alla eleggibilità, tra cui, in primis, cinque anni di residenza consecutivi nell'isola.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA