questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

San Andreas, dietro le quinte del film con Dwayne Johnson

Attualità, Featurette, Personaggi

27/05/2015

Il 28 Maggio il terremoto invade le sale italiane con San Andreas, il film diretto da Brad Peyton con Dwayne Johnson come protagonista, insieme a Carla Cugino e Alexandra Daddario. Il film racconta la storia di una famiglia sconvolta da un terremoto di magnitudo 9 in California. Johnson è un marito e un padre, ma anche un pilota di elicotteri di soccorso che, nel momento in cui scoppia il disastro naturale, cerca di salvare la sua famiglia portandola a San Francisco. Ma quando sembra che il peggio sia passato…si accorgono che la vera catastrofe è solo all’inizio. Questo thriller d’azione arriva al cinema sulla scia di molti film del genere che animano il cinema internazionale da molti anni. 

L’attore e il regista Peyton avevano già collaborato con il produttore Beau Flynn per Viaggio nell’isola Misteriosa, e il terrore misto alla fascinazione per una calamità così imponente li hanno convinti a realizzare questo progetto. “Ci siamo immaginati come dovesse essere il più grande terremoto della storia e come dovesse apparire agli occhi del pubblico” ha detto Johnson. Il 3D ovviamente rende il tutto più interattivo e coinvolgente, regalando immagini e situazioni alquanto realistiche che mescolano azione e dramma per una ricetta vincente. L’idea alla base di San Andreas, tuttavia, non è del tutto fantasia ed immaginazione, purtroppo. Infatti nel marzo del 2015 l’istituto Geological Survey degli U.S.A. ha stimato che le probabilità che la California possa trovarsi a fare i conti con un evento sismico dell’ottavo grado e oltre nei prossimi 30 anni, sia aumentato. La Faglia di Sant’Andrea infatti è, da diverso tempo, sotto osservazione e aleggia come un fantasma minaccioso sull’intera popolazione di quelle zone. Infatti lo sceneggiatore Carlton Cuse ha dichiarato: “Ho preso tutte le mie paure e le ho riportate nella sceneggiatura”.

Anche se la presenza di effetti speciali è preponderante, Peyton come regista ha cercato di alimentare anche una certa intimità nel film, filmando gran parte delle scene con la macchina da presa, incorporando controfigure, set ed effetti dal vivo in larga scala. E il risultato finale è che lo spettatore ha la sensazione di trovarsi egli stesso sotto una valanga di detriti, o in un auto in equilibrio precario sul burrone, sotto l’acqua o sul bordo della diga di Hoover che si sta sgretolando. Sono state ben 1300 le sequenze di effetti visivi e molti gli stuntmen che hanno dovuto realizzare scene mozzafiato e pericolose. L’interesse del regista era quello di rendere il film più realistico possibile dal punto di vista visivo e, per questo, si è avvalso della tecnologia CGI, ma ha anche girato molte scene dal vivo. “Penso di aver camminato su un terreno solido per non più di tre giorni…Quando non eravamo in acqua, eravamo su un’attrezzatura che riproduceva una barca o un elicottero. Per una settimana abbiamo girato in studio, su una barca sullo sfondo di un green screen, con diverse scene d’azione sotto cascate di acqua; poi abbiamo girato le scene dell’elicottero per un’altra settimana; poi è stata la volta dell’aeroplano. Veramente incredibile” ha raccontato Peyton. E riflettendo sulle modalità tecniche del suo lavoro ha aggiunto: “Spesso prendevo la pre visualizzazione, la composite, la ripresa sul luogo e la ripresa degli effetti visivi così da poter lavorare su tutte e quattro le immagini e montarle insieme facendole diventare una sola, e questo solo per il livello di base”.

Molte scene in esterni sono state girate a Los Angeles e San Francisco, e nella regione della Gold Coast nel Queensland del sudest Australiano. Mentre gli interni sono stati ricostruiti nel Village Roadshow Studios, usando una piscina di circa 4000 mq. San Andreas è un’avventura adrenalinica e al cardiopalma in cui succede di tutto, ma per diventare un film emozionante e coinvolgente una buona parte del merito la si deve alla colonna sonora composta da Andrew Lockington. “Per San Andreas, la questione era di creare una colonna sonora epica, originale e molto emozionante, quindi ci siamo gettati a capofitto ed abbiamo iniziato ad ascoltare diversi temi a confronto con le vibrazioni del film”.

Scritto da Letizia Rogolino
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA