questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ryan Gosling, Sylvester Stallone, Anthony Hopkins… i protagonisti del 4 aprile!

Attualità, Interviste, Personaggi

02/04/2013

Come un tuono rivede insieme la coppia Ryan Gosling, interprete, Derek Cianfrance, regista, dopo Blue Valentine, con loro un'altra super star del momento, Bradley Cooper, e la splendida Eva Mendes. Gosling per cui si sono ‘sprecati’ paragoni con Brando e Dean per la sua interpretazione ha affermato: “In realtà io penso spesso a Gene Wilder. Prendiamo Willy Wonka. E’ un personaggio pieno di rabbia, persino sadico. Ma nel suo sguardo leggi sempre che sotto c’è qualcosa d’altro, una solitudine. Viene spontaneo immaginare le possibili storie che lo hanno portato a diventare quello che è”.

Il regista di I Guerrieri della Notte, Mister Walter Hill, più Sylvester Stallone, che non è un attore è ‘Stallone’ perché fa suo ogni personaggio insieme per Jimmy Bobo – Bullet to the Head, un action che l’attore ha definito: “E’ un film che è un grande omaggio ad alcune pellicole americane degli anni ’70 che io adoro. Inoltre la sceneggiatura è geniale ed una delle più divertenti che abbia mai letto. E’ stato un onore fare questo film con Walter Hill che mi ha permesso di dare vita ad un uomo violento ma con una sua morale, ad un personaggio con una storia e regole che segue fedelmente per sopravvivere in un mondo spietato”.

Sir Anthony Hopkins è Alfred Hitchcock in Hitchcock non un biopic su uno dei più grandi registi della storia del cinema ma su un periodo della sua vita, molto duro, quando realizzò Psycho insieme alla fedelissima moglie Alma. “Non ho pensato ‘Ora divento Hitchcock’.  – ha affermato l’attore inglese - Non lo faccio mai, altrimenti impazzirei. Non si può diventare qualcun altro, ma si può cercare di trovare un modo di rendere il personaggio con la giusta misura, evitando di caricaturarlo. Con questo film Sacha ci ha fatto conoscere una storia veramente inedita”.

Luca Argentero è un professore, un supplente, dei protagonisti di Bianca come il latte, rossa come il sangue. “E’ stata un’esperienza fortissima – ha detto Argenteroun po’ perché sono tornato a casa, a Torino, e anche questo ha inciso nel cesellare il mio professore che si ritrova a confrontarsi con una generazione molto più giovane di lui. In particolare con un ragazzo, innamorato perso di una sua coetanea, che non avrà molte speranze di coronare il suo sogno. Questo dolore mi ha riportato alle sofferenze che tutti conosciamo e che sono il cuore dell’esistenza umana”.

Le avventure di Zarafa. Giraffa Giramondo è un film di animazione diretto dai francesi Rémi Bezançon e Jean-Christophe Lie. Bezançon ha specificato il senso del film: “Volevo dimostrare che la libertà è la cosa più importante nella vita. Lo abbiamo fatto attraverso le avventure di un animale ‘ostaggio’ degli esseri umani. Zarafa non è una prigioniera ma non le hanno dato, ugualmente, la possibilità di scegliere la sua esistenza. Abbiamo voluto omaggiare le molte persone che stanno ancora lottando per ottenere la loro”.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA