questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ruggine a Venezia apre le Giornate degli Autori

Attualità

01/09/2011

Nella periferia di una città del nord negli anni 70, una banda di ragazzini, figli di immigrati meridionali, scorrazza tra città e campagna, dove un grande deposito è il luogo del gioco e dell’avventura. Quell’estate arriva però il dottor Boldrini, un signore elegante e distaccato. Gli adulti lo rispettano i ragazzi sembrano intuirne in qualche modo il segreto. Quando la sorellina di uno di loro, verrà trovata uccisa e stuprata, il male irromperà nella vita di tutti loro. Dopo ben trent’anni Sandro, Carmine, Cinzia faticano a dimenticare quell’esperienza incancellabile che ha segnato la fine della loro infanzia.

Tratto dal romanzo omonimo di Stefano Massaron, Ruggine, di Daniele Gaglianone, apre oggi le Giornate degli autori di Venezia '68. Un film già definito di non facile visione, affronta il tema della fine dell'infanzia e della lotta contro il male. Dice Gaglianone: "E’ la storia di una battaglia contro il male assoluto che divora l’infanzia. Il male esiste ha anche una sua essenza metafisica.".

Il cast schiera alcuni dei componenti della 'meglio gioventù' italiana, Stefano Accorsi, Valerio Mastandrea, Filippo Timi e Valeria Solarino (che tornano a lavorare insieme dopo La signorina effe). Timi è anche in concorso con Quando la notte di Cristina Comencini. Ruggine, prodotto dalla Fandango insieme a Rai Cinema e Zaroff, sarà nelle sale venerdì 2 Settembre.

 

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA