questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Roma: dopo 007 arriva il colossal Ben Hur

Attualità, Eventi

15/03/2015

Staffetta di set hollywoodiani nella capitale. Appena terminate le riprese romane di Spectre, e con i set ancora caldi, sono iniziate le riprese di Zoolander 2, in questi giorni nell'ex sede della Zecca, a Piazza Verdi, ai Parioli. Un pò di curiosi intorno al palazzo, ma in questo caso, rispetto ai set notturni di 007 con migliaia di romani accalcati sugli spalti del Lungotevere, non c’è nulla da vedere perché le riprese del film con Ben Stiller e Owen Wilson sono tutte all’interno dell’ex sede della Zecca. Il set di Zoolander rimarrà a Roma fino ad aprile, mentre a Cinecittà è tutto pronto per il primo ciak del remake di Ben Hur, un vero colossal come ai bei tempi di Hollywood sul tevere, che verrà girato interamente in Italia. 

Diretto da Timur Bekmambetov, interpretato da Jack Huston e Morgan Freeman e prodotto da Mgm e Paramount, Ben Hur segna il grande ritorno dei film hollywoodiani in Italia dai tempi di  Gangs of New York  nel 2002. 

Dopo più di 50 anni dallo storica pellicola di William Wyler che aveva Charlton Heston come protagonista, la MGM torna a produrre l’intero film in Italia, costruendo tutti gli interni negli Studi di Via Tuscolana e ambientando la celeberrima corsa delle bighe nel backlot del Parco Tematico di Cinecittà World dove si insedierà dalla prossima settimana. “Non è mai stato chiesto il Circo Massimo per il film - precisa Enzo Sisti, line producer del film - La prova è che già ad ottobre abbiamo avviato i lavori al Parco Cinecittà World sulla Pontina, lavori terminati proprio in questi giorni. Sarebbe stato impossibile girare al Circo Massimo, nel cuore di Roma, una scena così impegnativa: saranno coinvolti 80 cavalli e circa 12 mila comparse. Cinecittà World ha degli spazi enormi, un parcheggio per i mezzi, il silenzio necessario”.

La pellicola, che si gira dal 2 febbraio al 18 maggio prossimo per un totale di 15 settimane in prima unità e 7 settimane in seconda unità, vanta un primato assoluto: verranno impiegate ben 15 macchine da presa.

 

Attualmente in fase di ripresa a Matera, BEN HUR beneficia del recente miglioramento del Tax Credit cinematografico dedicato ai progetti stranieri, che garantisce un beneficio pari al 25 % di quanto speso in  Italia, i cui limiti per progetto sono stati significativamente innalzati determinando il ritorno delle produzioni dai grandi numeri. Gli incentivi fiscali italiani infatti sono semplici da comprendere e molto efficaci nell’immediato e rappresentano nel nuovo assetto una attrattiva importante per confermare l’intera lavorazione del film in Italia. Cinecittà Studios e Filmmaster hanno unito le proprie forze come produttori esecutivi Italiani garantendo così alla MGM di poter beneficiare del massimo credito fiscale possibile in relazione al budget del film speso in Italia. Combinando infatti le proprie disponibilità, grazie a questa nuova norma le due aziende, entrambe aziende del gruppo IEG - Italian Entertainment Group, possono trasferire alla produzione straniera fino a 20 milioni di euro di benefici fiscali, servendo progetti che spendono in Italia fino a 90 milioni di euro.

  

“Abbiamo aspettato a lungo che gli incentivi fossero tarati sulle esigenze delle grandi produzioni internazionali - dichiara Giuseppe Basso, amministratore delegato di Cinecittà Studios - non appena questo è avvenuto abbiamo immediatamente chiuso importanti trattative, confermando che Roma e tutta l’Italia sono ancora estremamente competitive a livello internazionale in un settore da sempre strategico”.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA