questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Roma 2012, Feng Xiaogang e il suo 1942, primo film a sorpresa

Attualità, Conferenze stampa, Personaggi

11/11/2012

(Roma) E' stato svelata pochi giorni prima l'inizio di questa settima edizione del Festival di Roma, la presenza di 1942 di Feng Xiaogang, film a sorpresa selezionato per la categoria In concorso. A presentarlo oggi alla stampa il regista stesso.

Tratto dal romanzo di Liu Zhengyun, Remembering 1942, il film vede nel cast anche Adrien Brody e Tim Robbins, purtroppo non presenti nella capitale. Il film sceneggiato dallo stesso Zhengyun, parla dell'esodo degli abitanti della provincia dell'Henan, colpita dalla siccità durante l'invasione del Giappone.

Nel 1942 la Cina assiste alla più tragica carestia della sua storia moderna, che provoca la morte di almeno tre milioni di persone nella provincia di Henan. La guerra tra giapponesi ed esercito nazionalista sta per scoppiare, e le intere forniture di grano della provincia vengono deviate verso le truppe cinesi, togliendole alla popolazione. Il proprietario terriero Fan, la figlia sedicenne Xing Xing, al fedele servitore Shuang Zhu (Zhang Mo) e alla sua fittavola Hua Zhi (Xu Fan), si deve unire ai milioni di rifugiati che si stanno dirigendo a piedi verso la provincia dello Shaanxi. Durante il viaggio, Fan incontra tre uomini: l'appassionato giornalista americano Theodore White (Adrian Brody), lo chef diventato giudice Old Ma (Fan Wei), e Padre Simeone (Zhang Hanyu), che sta perdendo la sua fede in Dio e che si rivolge al prete italiano Thomas Megan (Tim Robbins).

Girato con un budget di 35 milioni di dollari, 1942 è considerato il film più costoso nella storia del cinema cinese.

Come è stato raccontare una storia di questo tipo? “Lessi il romanzo di Zhengyun nel 1993 rimanendone molto colpito. E' stato importante avere Liu come sceneggiatore perché la trasposizione non è stata facile, il romanzo non aveva personaggi. In molti la ritenevano una impresa difficile, ma è stato Liu a rassicurarmi. Ho provato a fare questo film per ben tre volte senza riuscirci, e solo nel 2010 sono riuscito a portarlo a termine. In Cina ed in gran parte del mondo questa vicenda non è nota, mi sembrava giusto portarla alla luce”.

Il film ha una trama e dei momenti molto forti. Questo vi ha creato dei problemi di censura? “ Fortunatamente no, ma in questo momento. Negli anni precedenti invece sì, ed è uno dei motivi che ci ha impedito di portare il film in sala. Ci sono voluti quasi vent'anni, durante i quali ho raggiunto una credibilità professionale in grado di aprirmi la strada per questo progetto”

Ci parli del personaggio di Adrien Brody: “ Il suo personaggio è realmente esistito. Adrien comunque aveva già interpretato film anni '40. Ha approfondito da solo il ruolo e successivamente con noi. Poi con lui c'è anche Tim Robbins, nei panni di un sacerdote. Alla fine della lavorazione mi ha detto che questo è il film più profondo che abbia mai interpretato”.

Scritto da Manuela Blonna
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA