questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Roland Joffe

23/08/2007

Prigioniera di se stessa

Roland Joffe (Mission) è venuto a Roma per il lancio del suo primo thriller: Captivity con protagonista Elisha Cuthbert la Kim Bauer di 24. Il film esce venerdì 31 agosto, distribuito da Filmauro con 300 copie.

E' il regista di Urla del silenzio (1985) e Mission (1986). Roland Joffe è un po' di tempo che manca dal grande schermo, ultimamente ha lavorato molto per la televisione, in particolare è stato il prodotture del programma Undressed per MTV. Ora è tornato con un thriller, genere nuovo per lui, che non ha ottenuto un grande successo negli Usa a causa di una sbagliata campagna pubblicitaria che definiva il film 'torture porno'. Captivity non è un film pornografico, e nemmeno 'strettamente' di torture, è piuttosto un thriller psicologico e anche fisico che gioca con i temi della paura e della sottomissione. La protagonista è Jennifer Tree (Elisha Cuthbert) modella, famosa e determinata, i muri di New York sono pieni delle sue immagini. Una vita destinata solo al successo. Fino a quando non viene rapita, e risvegliandosi si trova chiusa in una cella, senza avere la minima idea di dove sia e di chi abbia commesso il crimine. Terrorizzata, costantemente spiata, Jennifer scopre che oltre il muro della sua gabbia, un'altra persona condivide il suo medesimo destino... Che cosa l'ha convinta a girare questo thriller? Roland Joffe: "Preciso che non è che non lo volessi girare il film però ero un po' preoccupato, non mi sentivo all'altezza. Poi quando ho letto la sceneggiatura mi sono convinto del tutto perché Captivity è un film sulla paura. E la paura guida, coinvolge, influenza, il 99,9% delle nostre azioni. Quindi mi sembrava un tema interessantissimo da scandagliare. Inoltre, la protagonista del film, è una modella molto famosa e quindi parliamo dell'ossessione della celebrità, di che cosa vuole dire essere una icona, tutte varianti della paura. Insomma, attraverso un film di genere, ho toccato elementi fondamentali della vita di tutti noi, quindi del pubblico. E questa è una bella soddisfazione".

Scritto da ADMIN
VOTO
 

LA PROSSIMA SETTIMANA