questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Rocco Papaleo per tutte le stagioni

Attualità, Personaggi

14/07/2014

Da spalla di Pieraccioni, Bova, etc. a regista di culto e comprimario di lusso con tutte le star del belpaese che fanno a gara per lavorare con lui. Autentico camaleonte, riesce ad adattarsi in qualsiasi set ed a tutte le manie, i tic, le idiosincrasie dei suoi colleghi più celebri. Non si era mai vista un'agenda così carica e così stellata dai tempi di Totò. Cosa ci sarà al cinema in inverno? Un film con Rocco Papaleo. Non si può sbagliare visto che da settembre  al cinema ci sarà Rocco Papaleo in tutte le salse ed in ben quattro film. Troppi? Rischio di logoramento da sovraesposizione mediatica? Ma quando mai! Anche per gli attori vale il principio Andreottiano che "il potere logora chi non ce l'ha". E Papaleo, attore, musicista, regista, presentatore, la lezione l'ha imparata a memoria. Salendo la scala del successo  con nonchalance, senza fretta, ma senza perdere una battuta.  

Si comincia a settembre con La buca, dove fa coppia con Sergio Castellitto in un film di Daniele Ciprì. Lui è uno sfigato assoluto, uscito di galera dopo trent'anni di ingiusta detenzione, mentre Castellitto è un avvocato on the road a caccia di polli da spennare, uno sprovveduto ed un truffatore per un sodalizio dove anche i ruoli possono cambiare. Da settembre ad ottobre con Confusi e felici, il nuovo film di Massimiliano Bruno (che lo aveva già diretto in Nessuno mi può giudicare) dove Papaleo fa rima, si fa per dire, con Claudio Bisio, uno psicanalista che condannato ad una prossima cecità si fa accompagnare ed aiutare dai suoi disturbati pazienti tra cui appunto il telecronista 'cornuto' Rocco Papaleo. Da ottobre a novembre con La scuola più bella del mondo di Luca Miniero dove il regista che lo aveva già diretto in Un Boss in salotto lo ha voluto accoppiare con Christian De Sica,  in fuga dai cinepanettoni ma con ancora intatta la sua enorme platea nazional-popolare. Nel film De Sica è il preside di una scuola media toscana, e Papaleo il professore di matematica di una scuola del sud, che per un equivoco accompagna la sua classe ad un concorso canoro organizzato dalla scuola toscana. Uscirà invece all'inizio del 2015, Il nome del figlio,  remake della commedia francese Cena tra amici, diretto da Francesca Archibugi e interpretato accanto a Papaleo da Gassman, Golino, LoCascio, Ramazzotti, in un gioco al massacro tra amici e parenti tutto giocato sulla bravura degli interpreti.

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA