questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Robert Pattinson ribelle alla James Dean in Remember me

Attualità, Interviste

10/03/2010

Uscirà il 26 marzo distribuito da Eagle Pictures Remember me il nuovo film con Robert Pattinson, (il famosissimo vampiro Edward della saga Twilight ora sul set di Bel Ami diretto da Declan Donnellan e Nick Ormerod e tratto dal romanzo di Guy de Maupassant), insieme a Emile de Ravin (la Claire di Lost) e Pierce Brosnan. Alla regia Allen Coulter famoso per avere diretto serial come The Sopranos, Six Feet Under e Law & Order. La storia è quella di Tyler (Pattinson), un giovane ribelle di New York che ha un rapporto molto complicato con il padre (Brosnan) fin da quando la morte del fratello ha distrutto l’intera famiglia. La ragazza di cui  è innamorato Ally (de Ravin) orfana di madre, a causa di uno strano scherzo del destino, sembra proprio essere la persona giusta per dare un po’ di pace a Tyler. Ma il destino, sembra di nuovo intenzionato, a giocare brutti scherzi al ragazzo.

“L’anteprima mondiale si è tenuta a New York - ha affermato Pattinson - dove il film è uscito a inizio marzo perché questa città è la vera protagonista ed è legata al titolo della pellicola”. Infatti, con un colpo di scena, preparato però da tutto il malessere di cui è intrisa la storia: il crollo delle due Torri e lo sfacelo di Ground Zero, con la catena di morti e di interrogativi che continuano ad angosciare l’America, concludono una storia amara e dolce. “Il copione mi ha rapito immediatamente - ha continuato l’attore - proprio perché in Tyler c’è quell’inquietudine tipica dei personaggi interpretati da James Dean in Gioventù bruciata o La valle dell’Eden. Non facciamo paragoni - per cortesia - ma lui è sempre stato uno dei miei attori preferiti, anche se questo film mi ha ricordato la tormentata storia d’amore di un capolavoro, di un classico come Splendore nell’erba con Natalie Wood e Warren Beatty”. Allen Coulter aggiunge: “Robert ha di nuovo, diciamo, mascolinizzato il panorama degli attori americani, anche se lui è inglese, ma i suoi personaggi riflettono anche tante fragilità e i difficili legami che spesso i ragazzi di oggi hanno con la famiglia o nei rapporti di coppia e d’amicizia”.

“Tyler se ne è andato di casa dopo il suicidio del fratello - dice Pattinson - e non riesce a relazionarsi con suo padre, divorziato da sua madre, un uomo d’affari di successo che ha un ufficio in un intero piano di una delle Due Torri. Il sentimento che lega Tyler ad Ally è la sua ancora e la sua angoscia perché osteggiato dal padre della giovane, un poliziotto di New York. Insomma tutta la pellicola è pervasa da situazioni che minacciano i rapporti privati e sociali. Penso che la nostra società sia contrassegnata da molte perdite, dalla difficoltà di capire - a tutte le età e al di là di ciò che abbiamo conquistato - che cosa vogliamo veramente dalla vita”. Felicissimo del suo ruolo Pierce Brosnan: “Il mio personaggio è incapace di dare al figlio amore, affetto, anche se sa benissimo che lui gli vuole molto bene e per questo motivo viene messo sotto accusa da Tyler. Pattinson è il James Dean del nostro tempo ed è in contatto con le percezioni e gli istinti della sua generazione. Remember me affronta il primo amore importante, ma con l’intero copione ci ricorda anche che in un tempo di tragedie collettive staccarsi dai sogni della giovinezza ed entrare nella realtà è difficile. Per tutti”. 

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA