questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ritorna nelle sale Pier Paolo Pasolini

Attualità

15/09/2008

Il 5 settembre, distribuito dall’Istituto Luce, arriva nelle sale La rabbia di Pasolini per la regia di Giuseppe Bertolucci. Usando le parole di Bertolucci una simulazione del film che il grande regista italiano avrebbe dovuto fare insieme a Guareschi e che non realizzò mai nel modo che avrebbe voluto. Un’operazione che vuole ridare ad un grande autore il film che gli fu sottratto.

“Perché la nostra vita è dominata dalla scontentezza, dall’angoscia, dalla paura della guerra, dalla guerra? Quando sarà inarrestabile il ciclo della produzione e del consumo, allora la nostra Storia sarà finita...” Pier Paolo Pasolini, La rabbia

Dopo il documentario Pasolini prossimo nostro, Giuseppe Bertolucci firma un nuovo lavoro legato al poeta e regista. Come Evento Fuori Concorso è stato presentato alla 65esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia "La rabbia di Pasolini. Ipotesi di ricostruzione della versione originale del film" di Giuseppe Bertolucci, nell'ambito della sezione "Questi fantasmi: Cinema italiano ritrovato (1946-1975)". L'iniziativa, che nasce dalla volontà di 'risarcire' Pasolini recuperando l'intero corpus dei filmati che avrebbero composto la sua versione di "La rabbia", parte da un'idea di Tatti Sanguineti, appassionato degli archivi pasoliniani ed è stata realizzata per l’appunto da Giuseppe Bertolucci, regista e Presidente della Cineteca di Bologna, oltre che attento conoscitore dell'opera di Pier Paolo Pasolini. "La ricostruzione, o meglio la 'simulazione' - come precisa lo stesso Bertolucci - di quella prima parte mancante, che conta un totale di sedici minuti di scene inedite di grande impatto emotivo e di grande importanza storico culturale, è stata possibile grazie all'apporto dell'Istituto Luce", unico depositario dei cinegiornali "Mondo Libero", a cui già a suo tempo Pasolini aveva attinto, Settimana Incom e Opus Film.
Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA