questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ritorna il progetto PerFiducia, protagonisti Archibugi, Virzì e Soldini

Attualità

26/02/2010

Da tempo Intesa Sanpaolo  ripone la sua fiducia nel cinema come mezzo privilegiato di comunicazione. Che si tratti di un progetto culturale come la fortunata produzione di Cortometraggi o della nuova campagna di immagine del gruppo bancario, la scelta cade su autori italiani che questo linguaggio lo rappresentano e lo padroneggiano ai massimi livelli espressivi.

Per questa nuova campagna pubblicitaria istituzionale sono stati invitati a dirigere, ciascuno un racconto sui progetti e sui sogni delle persone, tre nomi eccellenti del panorama artistico nazionale: Francesca Archibugi, Silvio Soldini e Paolo Virzì.

La fiducia nello specifico cinematografico di questi nuovi brevi racconti (da 60" e 90") è rafforzata dalle voci narranti rispettivamente di Antonio Albanese, Margherita Buy e Silvio Orlando, interpreti di indiscutibile qualità. Come lasciano intuire fin dal titolo, le storie trattano temi fondamentali dell'odierna realtà italiana. In Asilo Francesca Archibugi parla di un sogno nel cassetto di due giovani donne.

Con Ricercatore Silvio Soldini si sofferma sulla voglia che un brillante ricercatore italiano ha di tornare nel suo Paese. Mentre Paolo Virzì con Imprenditore racconta il coraggio e l’amore per il rischio di un imprenditore nel pieno della crisi che la sua azienda attraversa. Autori e interpreti di questa campagna si misurano per la prima volta in assoluto con l'universo della comunicazione istituzionale che in questo caso sarà programmata sui mezzi televisivi e web a partire dal 28 febbraio, nelle sale cinematografiche dal 5 marzo. Sono artisti che hanno aderito ad un progetto che, per tecniche e linguaggi, mantiene i tratti distintivi della creatività cinematografica. Al tempo stesso va rimarcata l'originalità, rispetto alla tradizione della comunicazione audiovisiva, di affidare tre spot su temi di un'unica campagna a tre differenti registi accomunati però da sensibilità e formazione anche generazionale.

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA