questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Ridley Scott: “Prometheus è 2001 sotto steroidi”

Attualità, Personaggi

12/09/2012

Hollywood - Uscirà il 14 settembre in Italia, Prometheus il prequel di Alien in cui il regista Ridley Scott, oltre trenta anni dopo il primo capitolo, torna a confrontarsi con una delle saghe di fantascienza più importanti della storia del cinema.

Scritto dal co-creatore di Lost, Damon Lindelof che si è basato su una serie di stesure da parte di Jon Spaiths, il film è interpretato da Charlize Theron, Noomi Rapace e Michael Fassbender, quest'ultimo nei panni dell'algido androide David.

Girato tra l'Islanda e il deserto della Giordania, il film che è costato circa 130 milioni di dollari propone circa 1300 effetti visivi e ha richiesto un tempo di realizzazione di quattro anni per circa 87 giorni di riprese. Un progetto mastodontico e, senza dubbio, uno dei più importanti film del decennio distribuito da 20Th Century Fox che per anni ha mantenuto un alto livello di segretezza sul titolo e sui contenuti, arrivando perfino a negare, in passato, che il film avesse qualcosa a che fare con la saga di Alien pur di lasciare libero Scott di esplorare qualsiasi direzione artistica avesse preferito seguire.

Scott ha, così, coinvolto numerosi scienziati e studiosi per rendere tutto particolarmente credibile e 'fondato'. Il regista di film come Blade Runner e Il Gladiatore lo definisce come '2001 sotto steroidi' e, in un certo senso, sembra considerarlo più o meno inconsciamente una sorta di seconda possibilità dopo che il sequel del primo film fu affidato a James Cameron e non a lui, rendendolo, come comprensibile, particolarmente scontento della scelta dell'epoca da parte dello Studio hollywoodiano.

Ambientato nel 2089 il film prende le mosse da un ritrovamento archeologico in una grotta in Scozia che indica a degli archeologi la strada verso le stelle dove, secondo la studiosa interpretata da Noomi Rapace, l'umanità 'è stata invitata ad andare'. Ovviamente le cose andranno in maniera un po' diversa e la spedizione dell'astronave Prometheus incontrerà non pochi problemi, affrontati con grande determinazione da parte del Capitano della nave interpretato da un'algida e quantomeno 'ambigua' Charlize Theron.

Intervistato dall'Hollywood Reporter, lo sceneggiatore Damon Lindelof nega si tratti di un prequel "Questa è una definizione che non mi piace, perché suggerisce al pubblico l'idea di conoscere già la fine del film." spiega Lindelof attualmente al lavoro sul seguito di Star Trek.

Gli interni della produzione ovvero l'astronave e le caverne del pianeta dove atterra la Prometheus, il cui nome prende ispirazione dal personaggio mitologico che rubò il fuoco agli dei per darlo agli uomini, sono stati interamente realizzati a Londra negli studi Pinewood, poco distante dai set di Harry Potter e 007.

Ridley Scott è già impegnato nella produzione del suo prossimo film: The Counselor con la sua 'scoperta' in Thelma & Louise Brad Pitt e ancora Michael Fassbender.

 

Scritto da Marco Spagnoli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA