questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Regina di Poker: Kate Winslet!

Attualità, Personaggi

01/09/2011

 (Venezia) I fan di Kate Winslet alla Mostra potranno seguire una sorta di personale percorso fatto di alcune ore con la loro attrice preferita. Winslet è in concorso con Carnage di Roman Polanski, fuori concorso in Contagion di Steven Soderbergh e infine nella miniserie Mildred Pierce di Todd Haynes presentata in anteprima al Lido.

 Ma oggi, primo settembre, è la giornata di Carnage di Roman Polanski uno dei film drammaticamente più divertenti che potrete vedere dal 16 settembre nei cinema distribuito da Medusa. Se la Coppa Volpi come Migliori Attori potesse essere attribuita a due donne e due uomini, questi quattro attori l’avrebbero già vinta e, in un certo senso l’hanno vinta. Le loro performance sono a dir poco strabilianti.

 In Carnage vediamo i nostri quattro protagonisti, Kate Winslet e Christoph Waltz, John C. Reilly e Jodie Foster, chiusi in un appartamento. Sembrano criceti dentro una gabbia. Criceti allo stesso tempo ammaestrati, spaesati e violenti. Così appaiono queste due coppie borghesi che, al pari dei loro figli che se le sono appena date di santa ragione, diventeranno estremamente crudeli e selvaggi anche tra di loro. In realtà i quattro si incontrano con l'intento di risolvere la questione dato che loro sono dei borghesi, ben educati, acculturati e fra persone civili i problemi si risolvono con il dialogo.

 Siamo a New York la coppia Winslet e Waltz va a trovare i Foster e Reilly e, in un primo momento, il dialogo sembra funzionare. Ma ben presto la situazione degenera quando anziché risolvere pacificamente il danno emerge l'anima violenta e buia della borghesia infettata di invidie, tensioni e ipocrisie. Partono le accuse reciproche, gli insulti, le imprecazioni. Tutto sotto lo sguardo attento e spietato di Roman Polanski che è tornato alla regia dopo il potente L'uomo nell'ombra e i suoi arresti domiciliari. Tratto dalla pièce teatrale Il Dio della carneficina di Yasmina Reza - Premio Pulitzer e portata in teatro in tutto il mondo - il grande Roman riesce nell'operazione di fare un film che non è per nulla teatrale ma che è piuttosto arioso, estremamente divertente, drammaticamente disperato. Un film action dentro le quattro pareti di un appartamento che potevano diventare le ante di un teatro, ma non è così...Il risultato è un crescendo di tensione, dialoghi serrati e un quartetto di attori strepitosi (la Foster non sarà al Lido).

 "E' una finestra su tanti mondi diversi. - afferma Kate Winslet - Parla delle complessità dell'essere genitori, di come si dovrebbero allevare i propri figli e delle dinamiche infinitamente complesse che sono alla base di ogni matrimonio. Trattare argomenti così seri in una commedia è stato il grande merito di Yasmina che è riuscita in questo modo a farli arrivare ai pubblici più diversi in maniera egregia ed illuminante. Ridere di noi stessi e prendersi gioco della comune condizione umana sono cose che ognuno di noi ha vissuto in un modo o nell'altro indipendentemente dalla lingua parlata, dal Paese di appartenenza o dalle esperienze vissute".

 Alle 12.30 appuntamento con Kate Winslet, Christoph Waltz, John C.Reilly e la drammaturga Yasmina Reza.

 Rimanete con noi per il resoconto di quello che succederà in questa giornata bomba della 68° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che, stasera alle 19.30, proporrà un altro film in concorso: Un eté brulant di Philippe Garrel, con il tanto ‘discusso’ nudo integrale di Monica Bellucci.

 

 

Scritto da Nicoletta Gemmi
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA