questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Quel ‘bastardo’ di Tarantino colpisce ancora, e alla grande!

21/09/2009

"Lo sai? Credo proprio che questa sarà il mio capolavoro", afferma il Tenente Aldo Raine, interpretato da Brad Pitt. Stacco. Schermo nero. Titoli di coda. Finisce in questo modo Bastardi senza gloria, l'ultima notevolissima pellicola di quel geniaccio che è Quentin Tarantino e se volete vedere nella frase di Pitt una autocitazione dell'autore... liberissimi di farlo. Il 2 ottobre, distribuito da Universal Pictures, esce in 400 copie l'ultimo lavoro del regista delle Iene passato in concorso al Festival di Cannes, dove uno degli attori (il film si può definire corale), Christoph Waltz (segnatevi questo nome se non lo conoscete, ne sentirete prestissimo riparlare) ha strameritato la Palma d'Oro come Migliore Interprete Maschile. "C'era una volta nella Francia occupata dai Nazisti..." inizia così Bastardi senza gloria, un fairytale ambientato durante la II° Guerra Mondiale, dove otto soldati americani di religione ebraica hanno un solo obiettivo: uccidere quanti più nazisti possibili. Li guida Aldo Raine - uno straordinario e divertentissimo Pitt - che ama molto i suoi uomini e gli chiede di essere ricambiato con una prova d'amore: portargli in dono almeno cento - cadauno - scalpi di mangiacrauti. Ma questo è solo l'inizio. Tarantino continua a dividere i suoi film in capitoli (omaggio alla Nouvelle Vague, non per niente la sua casa di produzione si chiama A Band Apart) e quindi conoscerete anche la storia di Shosanna (la bellissima Mélanie Laurent) ebrea, unica superstite di una rappresaglia del Colonnello Landa (che troveremo in tutto il film); dell'Operazione Kino con a capo Bridget von Hammersmarck (altra bellissima, Diane Kruger) una diva del cinema tedesco passata al nemico e l'intento di tutti loro di organizzare una missione che miri ad eliminare i leader del Terzo Reich. Arrivato a Roma insieme ad Eli Roth, uno dei bastardi - soprannominato l'Orso Ebreo - Quentin Tarantino è stato accolto come una rock star e nella sua smisurata voglia di parlare ci ha spiegato molto di questa sua ultima imperdibile pellicola.

 


Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA