questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Qualcosa è Cambiato. Anteprima di Solo un padre

26/11/2008

Distante da una certa polverosa retorica matriarcale, Solo un padre rappresenta una sorpresa interessante e molto coinvolgente sul piano emotivo.

Da un lato c'è la conferma del grande talento di Luca Argentero nell'interpretare un personaggio complesso e tutt'altro che prevedibile, dall'altro la volontà del regista Luca Lucini di dare vita ad una pellicola in grado di affrontare il tema della paternità senza scivolare nel melò, raccontando piuttosto con sobria lungimiranza la solitudine forzata di un uomo nel confrontarsi quotidianamente con le necessità di una bambina da crescere e con la solida normalità del proprio lavoro.

Mai melenso e tutt'altro che banale, Solo un padre è una pellicola di grande equilibrio e lungimiranza, dove il protagonista principale racconta in prima persona con dignità e umorismo le proprie avventure più o meno 'disastrose' nel confrontarsi con l'amore per la propria figlia di quasi un anno, che per una serie di circostanze sta crescendo da solo, a dispetto di tutto e di tutti. Dermatologo torinese, l'uomo è volutamente attaccato alla propria figlia come sua unica ragione di vita, fino a quando, per caso, in un parco, incontra un'aspirante ricercatrice francese (una mai così affascinante Diane Fleri), che con quella leggerezza tipica dei vent'anni, sembra riportarlo con i piedi per terra, donandogli una nuova prospettiva su sé stesso e la propria vita.

 

Scritto da ADMIN
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA