questo sito contribuisce all'audience diiVid.it
Caricamento pagina in corso...

Provaci ancora Woody

Attualità, Gossip, Personaggi

23/11/2010

"Non uso il viagra" Woody Allen, in procinto di festeggiare settantacinque candeline il prossimo 1 dicembre, lo rivela a Vanity Fair.

 

Dopo Papa Ratzinger che sdogana il preservativo, Woody Allen che non usa il viagra sembra l'ennesima conferma delle contraddizioni dei tempi. Come? Un settantacinquenne da sempre affascinato dal lato pulsionale dell'esistenza, dalla libido che immancabilmente muove i suoi meravigliosi personaggi verso destini non sempre radiosi, che non dispensa un piccolo aiutino anche alla propria? La domanda di Vanity Fair sul viagra nasce da una scena molto divertente del suo ultimo film "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni" (in uscita in Italia il prossimo 3 dicembre) in cui l'anziano Anthony Hopkins, invaghito di una giovane escort, prende il viagra per godersi le grazie della seducente nuova compagna. Una scena ovviamente castissima e molto buffa non tanto per l'ironia che queste consuetudini ancora suscitano presso il pubblico, quanto per il leggero imbarazzo del protagonista. La scena è tornata in mente dopo aver letto l'intervista: «Scherza? Io non ho mai preso nemmeno un’aspirina o un sonnifero o un tranquillante prima di salire su un aereo». È avverso ai farmaci? «No, ho il terrore degli effetti collaterali. Quindi, per rispondere alla sua domanda sul Viagra, le dico che mi piacerebbe avere il coraggio di provarlo per sapere l’effetto che fa. La curiosità c’è, ma sono troppo fifone». Con tutto il rispetto per la privacy di un genio del cinema, le sue parole ci lasciano perplessi. Una piena vita sessuale a settantacinque anni è piuttosto rara. Ed il fatto che Woody accenni ad una certa 'curiosità' per il viagra, lo confermerebbe. Inoltre c'è qualcosa che non quadra tra finzione e realtà. Ovvero sul fatto che il protagonista dovrebbe rappresentare l'autore, e quest'ultimo mai e poi mai prendere le distanze da un suo personaggio. Quindi la risposta non ci soddisfa. Avremmo preferito ascoltare "lo prendo sempre a colazione" oppure "preferisco andare al cinema" o "la via della saggezza me lo impedisce" ... ma mai e poi mai "ho paura degli effetti collaterali". Non è mica la guerra in Afghanistan! Provaci ancora Woody, anche col viagra.

 

 

Scritto da Piero Cinelli
VOTO
 

NOTIZIE CORRELATE

LA PROSSIMA SETTIMANA